Maceratiamo ha scelto:
il candidato sindaco è Paolo Ranzuglia

Escluse alleanze: "Puntiamo ad un rinnovamento radicale della politica cittadina"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

ranzugliapaolo

La lista civica Maceratiamo ha scelto il suo candidato sindaco: Paolo Ranzuglia.

“”Al 99% correremo da soli- dicono -, con le liste non riusciamo ad accordarci.  Ballesi è l’unico che ragiona come noi sui principi, sul fatto che il programma viene per primo, però siamo ancora distanti perché ha ancora contatti con l’Udc, che per noi è molto distante”.

Paolo Ranzuglia, 45 anni, sposato e padre di tre bambine, dal 2004 lavora come promotore finanziario per la Banca popolare Etica nelle Marche.

E’ socio fondatore e componente del consiglio direttivo di Rees Marche – Rete di economia etica e solidale,  socio fondatore del Gruppo di Acquisto Solidale di Macerata e di “Tipheret”, Associazione di ricerca nel campo della scienza medica e biochimica per la tutela della salute pubblica.

Scrivono i componenti del comitato promotore:

“Siamo giunti ad un punto di svolta: la situazione politica si va delineando, ed è il momento, come annunciato, di fare delle scelte importanti. Negli ultimi giorni MaceraTiAmo ha avuto contatti ed incontri con molti soggetti politici; lo scopo era quello di verificare la possibilità di stringere alleanze con altre formazioni che ne condividessero gli obiettivi e, prima ancora, il metodo. Al di là delle dichiarazioni di facciata questa condivisione non si è trovata e abbiamo visto come, anche nel variegato mondo delle liste civiche, i metodi prevalenti siano spesso gli stessi a cui il mondo dei partiti dominanti ci ha purtroppo abituato. MaceraTiAmo prosegue quindi il suo cammino sul ripido sentiero che vede in un rinnovamento radicale l’unica possibilità di tirare la politica fuori dalla palude in cui si è inabissata; consapevoli delle difficoltà di questa scelta, ma anche dell’inutilità di operare compromessi al ribasso. L’apertura e la disponibilità al confronto che abbiamo sempre avuto, e che comunque continueremo ad avere, non può significare la rinuncia ai propri ideali.

Il nostro candidato sindaco è Paolo Ranzuglia, il suo curriculum è tipico della persona che non va a caccia di comode posizioni, seriamente impegnata ed estranea ai consueti intrecci di potere che, con la scusa dell’impegno politico, servono a garantire gli interessi di pochi. Il cambiamento che tutti auspichiamo per Macerata va ricercato con chi vive il cambiamento come scelta quotidiana; dopo aver operato nel settore bancario tradizionale, da alcuni anni lavora al servizio della finanza etica, una scelta radicale che si intreccia con altre scelte di sobrietà alla base del suo stile di vita.

Paolo ha la sua vita come curriculum. La sua filosofia di vita viene dal quotidiano, da quell’impegno disinteressato che lo ha sempre contraddistinto e che lo ha portato ad essere tra i fondatori del Gruppo di acquisti solidale di Macerata (GAS), una realtà che oggi interessa oltre centocinquanta famiglie e un nutrito gruppo di produttori, prevalentemente locali.
Egli è inoltre socio fondatore e membro del consiglio direttivo della Rete di Economia Solidale delle Marche (REES), una organizzazione impegnata a promuovere un sistema economico e sociale orientato al bene comune. E’ socio fondatore di Tipheret, associazione di ricerca nel campo della scienza medica e biochimica per la tutela, attraverso la prevenzione, della salute pubblica; un’esperienza che nasce dall’essersi imbattuto da un parte con una “malattia rara” e dall’altra con un medico attento alla ricerca delle cause sempre più complesse delle patologie.

Basterebbe questo per capire la persona e per augurarsi che diventi il nostro primo cittadino.
In questo periodo di crisi sentiamo arrivare da più parti richiami ad una finanza e, in generale, ad un’economia etica, ma puntualmente vediamo come, superate le difficoltà, si torna ad agire come prima; noi di MaceraTiAmo auspichiamo un reale rinnovamento etico in tutti i settori e in particolare nella vita politica e siamo convinti che solo chi abbia già effettuato scelte radicali in questo senso possa contribuire alla realizzazione di un modello di città e di società che metta al primo posto l’attenzione per la persona e la qualità della vita della comunità.

Cambiamo il metodo di fare politica! solo così potremo realizzare un comune virtuoso.

Costruiamo insieme la Macerata sostenibile da riconsegnare migliore alle future generazioni.
MaceraTiAmo non è un partito, è qualcosa di più: una LISTA DI CITTADINANZA aperta a tutti, dove ognuno può essere ascoltato e dire la sua e, soprattutto, dove non vengono scelte le persone in base alle conoscenze che hanno, ma per la loro serietà e per le loro scelte di vita.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X