Borroni: «Nessun taglio ai fondi Ast»
E gira un video al Covid center
«per dissipare le bugie del Pd»

CIVITANOVA - Il consigliere regionale di FdI se la prende in particolare con le dichiarazioni di Carancini (Pd). Sopralluogo al Covid center: «Guardate con i vostri occhi quante attrezzature sono ancora all'interno»

- caricamento letture

 

borroni-tac-covid-hospital-

Il consigliere regionale Pierpaolo Borroni ieri durante il sopralluogo al Covid hospital di Civitanova

«Falso che i fondi per l’Ast 3 sono stati tagliati, Carancini evidentemente ha difficoltà a leggere per intero la relazione di accompagnamento al bilancio del direttore generale». Non si arresta la polemica e il botta e risposta fra il consigliere regionale di Fdi Pierpaolo Borroni e il consigliere regionale del Pd Romano Carancini. Dopo le dichiarazioni attorno al Covid hospital e al mancato trasferimento della tac all’ospedale di Civitanova, ieri Borroni ha realizzato un video all’interno del Covid hospital di Civitanova trasmesso poi sulla sua pagina Facebook: «per dissipare le bugie dette in questi giorni» – ha sottolineato mostrando i corridoi e le sale degenze da cui sono stati trasferiti letti e strumentazione di terapia intensiva come i ventilatori «portati negli ospedali di Camerino, Macerata e Civitanova».

Il consigliere regionale democrat Carancini ha commentato il bilancio preventivo pubblicato dal direttore generale Ast 3 Marco Ricci sottolineando come il bilancio “smentisca i numeri forniti dalla Regione”. Non è così secondo Borroni: «il direttore generale, Marco Ricci ha affermato che le risorse a oggi assegnate costituiscono un finanziamento provvisorio – spiega Borroni – che sarà sicuramente aumentato con altri fondi già a disposizione della Regione, tanto che alla fine di quest’anno l’Ast di Macerata avrà più soldi di quelli messi a disposizione nel 2023. E invece il narcisista Carancini si lancia in una previsione degna dei peggiori menagramo su piazza, affermando che i finanziamenti aggiuntivi non ci saranno e non lo dice, per esempio, a settembre, no i primi di febbraio, quando l’anno è appena iniziato. Ci sarebbe da ridere a crepapelle, se non fosse che l’ex non rimpianto sindaco di Macerata continui a comportarsi come se i maceratesi siano degli sciocchi e creduloni. Invece, Carancini, i marchigiani tutti hanno ben compreso come fosse opaca la vostra gestione della sanità territoriale, improntata non sul merito e l’efficienza. Carancini non è un veggente, ma solo un politico di retroguardia che non ha saputo per nulla prevedere la propria sconfitta elettorale a Macerata, dopo aver ridotto la città in uno stato penoso».

Ast, pubblicato il piano delle attività Cento medici da assumere nel 2024 Intanto c’è la proroga per 15 pensionati

Sanità, arriva la mannaia della Regione: tagli per 150 milioni di euro. L’Ast di Macerata ne perde 27

«Paghiamo ancora per il Covid hospital, ma dopo quattro anni ancora non abbiamo i posti letto in intensiva finanziati nel 2020»

Covid center, Borroni al Pd: «Entro l’anno la Tac all’ospedale di Civitanova. Servono lavori per 500mila euro»

«Covid center, la convenzione è scaduta: spendiamo 24mila euro di utenze e c’è una Tac inutilizzata»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X