«Segrega il figlio in camera
per l’andamento scolastico»
Padre condannato a 4 mesi

CIVITANOVA - L'uomo doveva rispondere di abuso dei mezzi di correzione. Il processo si è svolto al tribunale di Macerata

- caricamento letture
Awelima_Desmond_Processo_FF-1-650x434

Il tribunale di Macerata

Accusato di aver picchiato il figlio e di averlo segregato in camera a causa dell’andamento scolastico, condannato a 4 mesi un 49enne che vive a Civitanova. La sentenza ieri del giudice Francesca Preziosi del tribunale di Macerata.

I fatti contestati sarebbero avvenuti nel 2018 quando il figlio dell’imputato aveva 11 anni. L’uomo, difeso dagli avvocati Marco Mariani e Luca Scoponi, è accusato di abuso di mezzi di correzione. La vicenda risale al maggio del 2018. Secondo l’accusa, sostenuta dal pm Francesca D’Arienzo, il 49enne avrebbe inflitto al figlio gravi punizioni a causa dell’andamento scolastico. L’uomo avrebbe colpito il figlio con calci e pugni e lo avrebbe segregato in camera senza farlo mangiare né dormire per tutta una nottata. Il pm ha chiesto la condanna a 4 mesi. Al processo si è costituita parte civile la mamma del minore, tutelata dall’avvocato Michela Splendiani.

(Gian. Gin.)

* Il nome dell’imputato viene omesso a tutela della parte offesa



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X