Parte il controllo del vicinato,
rafforzata la presenza
della Municipale sul territorio

MATELICA - L'assessore alla Sicurezza Denis Cingolani: «Una vigilanza del territorio non può non passare per la presenza dei vigili urbani nei quartieri e nelle frazioni»
- caricamento letture

 

cingolani

L’assessore alla Sicurezza Denis Cingolani

«La Polizia municipale di Matelica rafforza la propria presenza in tutti i quartieri cittadini attraverso il controllo del vicinato». Ad annunciarlo il Comune in una nota. «I vigili urbani matelicesi nei prossimi mesi saranno impegnati in servizi specifici nei vari quartieri della città per un maggiore controllo e dialogo con la popolazione, con perlustrazioni a piedi in zone centrali e periferiche – prosegue l’Ente -. Un modo per avvicinarsi alle esigenze del cittadino, raccogliendo segnalazioni, prevenendo irregolarità ed eventualmente sanzionando i comportamenti più gravi. Lo scopo sarà quello di dare, da una parte, una maggiore sensazione di sicurezza e dall’altra parte un migliore controllo di tutti quei fenomeni di degrado urbano».

Un controllo più importante di tutte le aree della città che è stato fortemente voluto dal vicesindaco e assessore alla Sicurezza Denis Cingolani, con il supporto e il coordinamento del comandante della Polizia municipale Giuseppe Corfeo. «Controllare un territorio vuol dire conoscere, monitorare, prevenire e talvolta reprimere e sanzionare le condotte illecite dei cittadini – commenta il vicesindaco Cingolani -. Oggi più che mai, la società presenta forti tensioni e talvolta il rapporto tra cittadino e pubblica amministrazione è basato più sulla diffidenza che sulla solidarietà reciproca. È di tutta evidenza che l’attività della Polizia municipale, negli ultimi anni, ha subito una forte tendenza alla digitalizzazione dei controlli delle violazioni dovuta in parte ad obblighi di legge e in parte anche a un necessario svecchiamento della figura del vigile urbano.

Importanti passi sono stati compiuti nella direzione del miglioramento di questo servizio; basti pensare solo al fatto che nella nostra città sono presenti più di 50 telecamere. Riteniamo però che è giusto non dimenticare le radici di questa figura e soprattutto stabilire un giusto bilanciamento tra l’esigenza di modernità e la conferma dell’importanza del controllo di prossimità. Una vigilanza del territorio non può non passare per la presenza degli operatori di polizia municipale nei quartieri e nelle frazioni. È un compito non facile per un’istituzione locale e per un ufficio di vigilanza cittadina, ma siamo ben consapevoli che anche attraverso la costruttiva collaborazione con le forze dell’ordine dello stato e le altre istituzioni pubbliche, possiamo mantenere quel livello di qualità della vita che rende la nostra città uno dei posti più piacevoli dell’Italia centrale».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =