Polizia con gli agenti a cavallo
per i 170 anni della fondazione
(Le foto e i premiati)

MACERATA - La cerimonia con il discorso del questore alla caserma Paola, poi la premiazione di chi si è distinto in servizio con la consegna degli encomi. «Siamo una polizia di cittadini che dialoga con essi. Sempre più collaudato e fruibile il sistema di videosorveglianza»
- caricamento letture
GruppoPremiati_FestaPolizia_FF-17-650x434

Il questore Vincenzo Trombadore con i premiati

di Mauro Giustozzi (Foto di Fabio Falcioni)

La cerimonia ufficiale che torna finalmente in presenza alla caserma ‘Pasquale Paola’ di Macerata, agenti a cavallo ai Giardini Diaz e poi in piazza della Libertà fino al concerto dell’orchestradi  fiati nel tardo pomeriggio al teatro Lauro Rossi.

Trombadore_FestaPolizia_FF-2-650x434E’ la giornata di festa per i 170 anni dalla fondazione della polizia che ha vissuto un susseguirsi di emozioni legate alle tante autorità e personalità che hanno voluto far sentire la propria vicinanza al corpo, per passare con i saluti istituzionali, gli encomi e le lodi distribuite ad agenti che si sono distinti in particolari indagini ed azioni operative fino alla presenza di una scuola primaria di Recanati premiata per essersi distinta nel progetto ‘Pretendiamo legalità’ promosso dalla polizia.

In mattinata la celebrazione si è svolta nella caserma di via dei Velini dove il questore Vincenzo Trombadore ha ricevuto le numerose autorità che si sono strette attorno agli uomini ed alle donne della polizia: in primis il prefetto Flavio Ferdani, poi i sindaci di Macerata, (Sandro Parcaroli), Recanati (Antonio Bravi) e Civitanova (Fabrizio Ciarapica), poi Luca Buldorini consigliere con delega a rappresentare l’Amministrazione provinciale, l’assessore regionale Filippo Saltamartini, la presidente della Croce Rossa provinciale Rosaria Del Balzo Ruiti, il vescovo di Macerata Nazzareno Marconi, il presidente del Tribunale Paolo Vadalà,  il rettore di Unimc Francesco Adornato, gli assessori comunali Paolo Renna, Francesca D’Alessandro e Katiuscia Cassetta, i vertici di Guardia di finanza e carabinieri, Giorgio Iacobone presidente di Anps ed ex questore fino ad Antonio Pettinari consigliere d’amministrazione della Quadrilatero.

FestaPolizia_FF-15-434x650Oltre a tantissimi poliziotti in servizio e molti anche quelli in pensione che hanno comunque partecipato ai festeggiamenti. Un segnale questo di vicinanza forte per l’operato che la polizia nella sua ultracentenaria storia e in particolare nel territorio maceratese in questi ultimi anni segnati prima dal terremoto, poi dalla pandemia e adesso dalla guerra in Ucraina e conseguente accoglienza di migranti e sfollati da quel Paese.

La festa ufficiale si è aperta proprio con l’arrivo del prefetto Ferdani che è stato accompagnato dal questore Trombadore al suo posto con tutti gli onori previsti dal cerimoniale. Nicoletta Pascucci, dirigente della Digos, ha letto i messaggi augurali giunti alla polizia da parte del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese e del capo della Polizia Lamberto Giannini.

E’ seguita poi la relazione del questore Vincenzo Trombadore che, dopo aver ringraziato tutte le autorità istituzionali, le forze dell’ordine per la proficua collaborazione instaurata in questi anni, ha prima raffigurato i compiti che vengono svolti dal corpo, scendendo poi nello specifico dell’azione effettuata nel maceratese.

«Una polizia rappresentativa di un moderno Paese democratico con l’obiettivo principale della conoscenza e della preparazione – ha esordito Trombadore nel suo discorso -. Non semplicemente una polizia al servizio del cittadino, ma una polizia di cittadini che dialoga con essi, nell’esserci sempre motto di questa giornata commemorativa. A beneficio della nostra memoria, nobili esempi di sacrificio sono scolpiti sul marmo ed è per questo che stamattina è stata deposta una corona a ricordo dei caduti della Polizia.

Pensiamo al questore di Fiume, Giovanni Palatucci, morto a 36 anni nel 1945, nel campo di concentramento di Dachau per avere aiutato a fuggire dall’Istria 5mila ebrei. Ringrazio il sindaco di Macerata per aver accolto la nostra richiesta di permettere la piantumazione di un ulivo alla memoria di Palatucci e grazie alla giunta ed al suo assessore alla Sicurezza per la dedica al ‘Giusto tra le Nazioni’ di tutta l’area verde dei giardini di Villa Potenza».

FestaPolizia_FF-20-650x434Questore che ha poi ricordato l’attività svolta nello specifico sul territorio provinciale. «A seguito di un protocollo tra la prefettura e il comune di Macerata e nell’ambito del progetto ‘Scuole Sicure’ – ha detto Trombadore – abbiamo attivato la formazione di operatori della Polizia locale per il concorso nelle attività di controllo del territorio nei pressi delle scuole per il contrasto allo spaccio di stupefacenti.

E’ stato avviato un percorso culturale all’università di Camerino, facoltà di Giurisprudenza ed in proposito sono in definizione interlocuzioni con Unimc: funzionari, dirigenti della questura illustrano la nostra attività, alimentando il dibattito dottrinario ed interdisciplinare della “sicurezza pubblica”, quale integrata espressione dell’attività amministrativa e di prevenzione comprese nei principi del nostro ordinamento giuridico.

FestaPolizia_FF-13-434x650C’è poi il progetto ‘Pretendiamo Legalità’ che prevede interventi didattici di operatori nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché la previsione di un’interazione con gli alunni ed insegnanti coinvolti nella realizzazione di opere creative sui temi trattati. Da un punto di vista di sviluppo tecnologico, è sempre più collaudato e fruibile il sistema di videosorveglianza come realizzato nei collegamenti tra le sale operative della questura e del commissariato di Civitanova rispettivamente con i comandi delle Polizia locale di Macerata e Civitanova.

E’ operativo il Sistema di controllo nazionale targhe che, tramite specifiche telecamere ed attraverso la rete della questura, invia in tempo reale i dati alla banca dati interforze per la segnalazione in caso di transito di veicoli interessati da fatti di polizia giudiziaria, furto, revisione o assicurazione scadute. Sistema già in funzione a Macerata e presto lo sarà anche a Civitanova. Infine in provincia è attivo il numero unico d’emergenza (112), in cui confluiscono tutte le chiamate di richiesta di soccorso e d’intervento da parte dei cittadini indipendentemente dalla composizione del 112 o degli altri numeri d’emergenza».

E’ poi seguita la consegna di encomi e lodi nei confronti di agenti distintisi negli ultimi anni in azioni ed indagini operative di rilievo. Premiati con encomio solenne Gianluca Romagnoli; con encomio Emanuele Balzi, Giuseppina Pinna, Graziano Rogante. Encomio a Gianluca Romagnoli, Emanuele Balzi, Flaviano Luciani, Giuseppina Pinna. Lode per Patrizia Peroni, Lorenzo Commodo, Damiano Cioppettini, Monia Di Iulio, Donato Antonio Egizii, Luciano Antonica.

Durante gli eventi che hanno caratterizzato la giornata del 170esimo anniversario sono stati inoltre premiati gli studenti delle classi degli istituti scolastici di San Severino, Sarnano e Tolentino risultate vincitrici del concorso ‘PretenDiamo Legalità’ indetto dal Ministero dell’Interno per l’anno scolastico 2021/22. Queste le classi vincitrici: scuola primaria 1° classificato Istituto comprensivo ‘Badaloni’ di Recanati – scuola Le Grazie classe 4°A. Scuola secondaria di primo grado 1° classificato Istituto comprensivo ‘Tacchi-Venturi’ – San Severino classe 2° D. Scuola secondaria di secondo grado 1° classificato Liceo Scientifico ‘Alberigo Gentili’ – Sarnano classe 3°A.

polizia-cavallo-11-650x433

polizia-cavallo-10-650x433

Trombadore_FestaPolizia_FF-12-650x434

FestaPolizia_FF-8-650x434

FestaPolizia_FF-10-650x434

Nicoletta Pascucci

Candido_Falco_FestaPolizia_FF-11-650x434

Il colonnello Nicola Candido, comandante dei provinciale dei carabinieri, e il colonello Ferdinando Falco, comandante provinciale della Guardia di finanza

DelBalzo_FestaPolizia_FF-19-650x434

Stretta di mano tra la presidente della Croce rossa e della Fondazione Carina, Rosaria Del Balzo Ruiti con il sindaco di Civitanova Fabrizio Ciarapica. Nella foto anche Luca Buldorini

Ferdiani_Trombadore_FestaPolizia_FF-5-650x403

Il prefetto Flavio Ferdani insieme al questore

Ferdiani_Parcaroli_Adornato_FestaPolizia_FF-16-650x434

Da sinistra: il rettore di Unimc Francesco Adornato, il sindaco di Macerata, Sandro Parcaroli, e il prefetto Flavio Ferdani

FestaPolizia_FF-7-650x434.

FestaPolizia_FF-9-650x434

Renna_DelBalzo_FestaPolizia_FF-6-650x434

PremioScuola_FestaPolizia_FF-14-650x434

polizia-cavallo-3-650x488

polizia-cavallo-7-650x488

polizia-cavallo-6-650x488

polizia-cavallo-1-650x488

polizia-cavallo-5-650x488

polizia-cavallo-2-488x650

Polizia, 73 arresti e 332 denunce: «Scoperto un reato ogni 4 giorni»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X