Macerata, in arrivo altre 42 telecamere:
tra cui un drone, le bodycam
e quelle per il cruscotto delle auto

LA GIUNTA ha approvato il progetto "Sicurezza dei luoghi e dei cittadini tramite la videosorveglianza", un investimento di 200mila euro. Saranno installate allo Sferisterio, Monumento alla Vittoria, Galleria Scipione e del Commercio, corso Cairoli e Cavour e in altre zone della città
- caricamento letture

via-xx-settembre-macerata-telecamere_foto-LB-5-325x217

 

Un totale di 43 nuove telecamere di cui 16 ocr, 22 di contesto, due dash cam (quelle sul cruscotto delle auto), due bodycam e un drone. Saranno installate allo Sferisterio, il Monumento alla Vittoria, Galleria Scipione e del Commercio, corso Cairoli e Cavour e in altre zone della città.

L’amministrazione comunale ha approvato oggi in Giunta il progetto “Sicurezza dei luoghi e dei cittadini tramite la videosorveglianza” da presentare all’interno delle risorse finanziarie previste per il 2021 del ministero dell’Interno. Il Comune ha individuato come prioritario «l’obiettivo della prevenzione e del contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa e predatoria e l’installazione di sistemi di videosorveglianza in determinate zone del territorio comunale».

Renna_ConsiglioComunale_FF-12-325x217

L’assessore Paolo Renna

Il progetto, inserito nel Patto della sicurezza urbana, è stato approvato dal sindaco Sandro Parcaroli e dal prefetto Flavio Ferdani. Lo scorso novembre l’Amministrazione aveva approvato il progetto per la fornitura e la posa in opera di telecamere, apparati e software per l’ampliamento e l’adeguamento del sistema di videosorveglianza urbana per un valore di 130mila euro. Il progetto redatto dagli Uffici comunali, prevede un valore di 200mila euro e dunque il Comune ha richiesto – oltre al mutuo a copertura delle spese per 130mila euro – anche la quota di co-finanziamento tramite bando ministeriale per i restanti 70mila euro.

«I punti strategici sono stati individuati in base alla conoscenza approfondita della città e all’esperienza della Polizia locale, coordinata dal comandante Danilo Doria, e in sinergia con le altre forze dell’ordine – ha detto l’assessore alla Sicurezza Paolo Renna – Si tratta di telecamere all’avanguardia e innovative alcune delle quali permettono anche, attraverso uno specifico software, di rilevare in tempo reale non solo la quantità di traffico ma anche la qualità e dunque tutto ciò che concerne le polveri sottili e l’inquinamento. Il progetto, che rappresenta un tassello di un piano più ampio, è una risposta precisa e puntuale alle richieste dei cittadini per aumentare e migliorare la qualità della vita e la percezione della sicurezza in città».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X