Lavori alla Rocca dei Borgia,
dagli scavi tornano alla luce
le antiche mura della città

CAMERINO - L'aggregato dovrebbe costituire una parte della vecchia cinta muraria. Il sindaco Sborgia: «Dopo i rilievi e le indagini archeologiche il manufatto è stato protetto attraverso la posa di un telo»
- caricamento letture

 

Le-mura-venute-alla-luce-nel-corso-dei-lavori-alla-Rocca-dei-Borgia-a-Camerino

 

Riemerge dagli scavi parte della storia di Camerino. Nel corso dell’avvio dei lavori per la realizzazione della terza via di fuga alla Rocca dei Borgia, infatti, è venuta alla luce un aggregato murario che farebbe pensare a una porzione delle mura edificate durante la costruzione della rocca stessa: si tratterebbe di un muro preesistente, costituente una parte della cinta muraria antica della città. «È innegabile lo stupore provato davanti a quella che è stata una bella sorpresa e che conferma quanto ogni parte della città sia ricchissima di storia – ha detto il sindaco Sandro Sborgia – I lavori si stanno eseguendo sotto la direzione e l’attenzione della Sovrintendenza e dopo l’esecuzione dei rilievi e delle indagini archeologiche, il manufatto è stato protetto attraverso la posa di un telo». I lavori per la realizzazione dell’uscita di sicurezza, intanto, procedono con una piccola variazione del progetto originario che porterà i giardini cittadini ad avere una terza via di fuga necessaria per poter adeguare il piano di sicurezza che al momento condiziona gli ingressi, non consentendo di ospitare più di 200 persone contemporaneamente. Un intervento dal costo totale di poco inferiore ai 100mila euro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X