Spiagge off limits, niente alcol
e pallone vietato per strada:
la stretta su Porto Recanati

ORDINANZA del sindaco Roberto Mozzicafreddo valida da oggi al 3 ottobre. Per tutta l'estate disciplinato l'accesso all'arenile (concesso solo fino alle 22), il consumo di alcolici per strada (permesso fino alle 2) e la vendita, il gioco del calcio in piazze e vie pubbliche
- caricamento letture
MOzzicafreddo_Foto-LB

Il sindaco Roberto Mozzicafreddo

 

Spiagge off limits dalle 22 e niente alcol dalle 2. Stretta sulla movida del sindaco di Porto Recanati Roberto Mozzicafreddo che ieri ha emanato un’apposita ordinanza, valida da oggi fino al 3 ottobre 2021. Nello specifico, il provvedimento prevede «il divieto dalle 22 alle 02 del giorno successivo – spiega l’amministrazione – di ogni forma di vendita per asporto (sia in forma fissa che in forma ambulante) di bevande alcoliche e analcoliche in contenitori di vetro e/o di alluminio. (Le bevande alcoliche e analcoliche, nell’arco temporale sopra indicato, potranno essere acquistate per asporto ma solamente se contenute in bicchieri monouso); il divieto dalle 2 e sino alle 6 del giorno seguente di ogni forma di vendita per asporto di bevande alcoliche (sia in forma fissa che in forma ambulante). (Le bevande analcoliche, nell’arco temporale sopra indicato, potranno essere acquistate per asporto ma solamente se contenute in bicchieri monouso); il divieto, dalle 2  e sino alle 6 di detenzione e consumo di bevande alcoliche di qualunque gradazione in luogo pubblico, con esclusione del consumo effettuato all’interno dei pubblici esercizi autorizzati alla somministrazione e nelle aree date in concessione agli stessi. (Le bevande analcoliche, nell’arco temporale sopra indicato, potranno essere detenute e consumate solamente se non siano in contenitori di vetro e/o alluminio)». Per quanto riguarda le spiagge, invece, è stato disposto «il divieto, dalle dalle 22 alle 6 del giorno seguente di accesso nelle spiagge libere e in concessione, tranne che per la fruizione del servizio di somministrazione alimenti bevande o altre tipologie di attività autorizzate nell’area demaniale; il divieto, come già stabilito nell’ordinanza n.146/2019, di esercitare il commercio in maniera fissa ed itinerante, nelle spiagge libere ed in concessione, salvo che per le attività oggetto di specifiche autorizzazioni commerciali esercitate all’interno dell’area in concessione». Infine l’ordinanza prevede anche «il divieto di esercitare il gioco del calcio in tutte le piazze pubbliche e pubbliche vie». Per i trasgressori multe da 25 a 500 euro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X