Tolentino e Cascia ancora unite,
accesa la fiaccola di Santa Rita

SPERANZA E RIPARTENZA - Le due comunità hanno rinnovato i loro vincoli di amicizia e fraternità. La torcia, accesa dal vescovo Marconi, farà un percorso tra i Comuni del cratere per sostare a Sant’Angelo in Pontano, Amandola, Visso, Preci e Norcia per arrivare a Cascia il prossimo 21 maggio
- caricamento letture

 

fiaccola-s-rita5-650x488

I due sindaci accendono la fiaccola

 

Per il 63esimo anno, dopo la pausa dello scorso anni dovuto alla pandemia, la fiaccola di Santa Rita da Cascia è stata accesa a Tolentino. Infatti le due comunità hanno rinnovato i loro vincoli di amicizia e fraternità nel nome di San Nicola e di Santa Rita, unendo, ancora una volta Tolentino e Cascia.

fiaccola-s-rita4-325x244La fiaccola, simbolo di speranza e di ripartenza è stata accesa al termine di una santa messa solenne concelebrata, nella Basilica Santuario di San Nicola da Tolentino, dall’Arci Vescovo di Spoleto e Norcia Renato Boccardo, dal Vescovo di Macerata e Tolentino Nazareno Marconi, dal Provinciale degli Agostiniani Padre Giustino Casciano, dal Priore di San Nicola Padre Gabriele Pedicino e dal Rettore del Santuario di Santa Rita da Cascia Padre Luciano De Michieli. Erano presenti il sindaco di Tolentino Giuseppe Pezzanesi e il sindaco di Cascia Mario De Carolis e diversi rappresentanti delle due amministrazioni comunali. La fiaccola, accesa dal Vescovo Marconi, farà un percorso tra i Comuni del cratere, colpiti dal sisma del 2016 e farà sosta a Sant’Angelo in Pontano, Amandola, Visso, Preci, Norcia per arrivare a Cascia il prossimo 21 maggio, giorno in cui, ogni anno, Cascia rivive la tradizione della sera in cui furono in tanti ad accorrere al monastero per accompagnare Rita nel suo ritorno al Padre. Migliaia di fiammelle accese creano uno spettacolo unico, mentre un atleta giunge con la fiaccola sul sagrato della Basilica. La fiaccola viene così consegnata al rappresentante della Città gemellata con Cascia, che accende il tripode votivo.

fiaccola-s-rita6-325x244Inoltre il programma di questo particolare “gemellaggio” prevede una visita della comunità di Cascia a Tolentino, a settembre in occasione dei festeggiamenti dedicati al santo tolentinate e una “peregrinatio” delle spoglie di San Nicola ad ottobre a Cascia. «La fiaccola di Santa Rita – ha detto al termine della celebrazione l’Arci Vescovo di Spoleto Boccardo prima di benedirla – rinnova il legame di fraternità e di unione tra le Comunità di Tolentino e Cascia, chiamate a portare nella società un importante messaggio di pace, di amore e di perdono che San Nicola e Santa Rita ci hanno testimoniato». Il sindaco di Tolentino Giuseppe Pezzanesi si è detto onorato di questa amicizia con la comunità di Cascia nel nome dei due Santi Nicola e Rita e ha ringraziato tutti i presenti ed in particolare il sindaco di Cascia e il rettore Padre Luciano per aver pensato e aver coinvolto Tolentino per rinnovare la significativa tradizione della fiaccola di Santa Rita, sottolineando anche l’antico legame che esiste tra le due comunità fortemente legate nel nome di Nicola e Rita e oggi accumunate anche dalle problematiche dovute al sisma. I sindaci hanno acceso un tripode all’interno del chiostro della Basilica di San Nicola.

 

fiaccola-s-rita2-650x488

 

fiaccola-s-rita8-488x650

fiaccola-s-rita7-650x488

fiaccola-s-rita3-650x488

fiaccola-s-rita1-650x488

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X