Fra Mario Gentili,
apertura della fase diocesana
per la causa di beatificazione

TOLENTINO - Il frate, originario di Colmurano, era morto nel 2006. Il 9 maggio alla basilica di San Nicola l'inizio dell'inchiesta
- caricamento letture
fra-mario-gentili

Fra Mario Gentili

 

Si apre la fase diocesana del processo di beatificazione e canonizzazione di fra Mario Gentili, era ribattezzato «Il volto sorridente del Santuario di Tolentino» città in cui visse per 64 anni (era originario di Colmurano). Morto il 2 maggio del 2006 dopo una malattia, il frate dell’Ordine di Sant’Agostino sarà oggetto di un processo per la causa di beatificazione. Il 9 maggio alle 17 nella basilica di San Nicola, a Tolentino, alla presenza del vescovo Nazzareno Marconi, della Commissione diocesana composta da 5 membri (il delegato del vescovo, don Gianni Compagnucci, il promotore di giustizia, don Giacomo Pompei, il notaio attuario la consacrata Maria Antonietta Germondani, il notaio aggiunto Leonardo Salvatori, il cursore Maria Federici Fenati) e della Commissione storica composta da 3 membri (il presidente, padre Marziano Rondina, Rossano Cicconi e Paolo Paoloni) si svolgerà l’apertura della fase diocesana del processo di beatificazione e canonizzazione di fra Mario. Il religioso era un frate converso, non diceva messa, né confessava o predicava. La sua figura a distanza di 15 anni dalla morte (avvenuta all’età di 78 anni) viene ancora ricordata per la grande umanità e quel sorriso che sapeva avvicinare gli altri.  



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X