Direzione terapia del dolore,
nominato Giampiero Di Serafino

MACERATA - E' il successore di Luigi Filippo Nardi, andato in pensione. Tra le determine della direttrice di Av3 Daniela Corsi anche la nomina di una commissione d'esame per un altro incarico e 420mila euro di premi di produzione
- caricamento letture
foto-donazione-MIND-Di-SerafinoTerapia-del-dolore-e1585571890964-325x292

Giampiero Di Serafino

 

di Luca Patrassi

Incarichi, nomina di commissione di esame ed infine erogazioni dei premi di produzione per 420mila euro (annualità 2018 e 2019) ai dirigenti amministrativi dell’Av3. La direttrice generale dell’Area Vasta 3 Daniela Corsi ha nominato, sulla base delle conclusioni della commissione esaminatrice, il nuovo direttore della unità operativa Terapia del dolore e cure palliative che fa riferimento al dipartimento di Emergenze dell’Av3: si tratta del dottor Giampiero Di Serafino, 49 anni, anestesista rianimatore, formatosi nel reparto di Rianimazione all’epoca diretto dal dottor Giuseppe Tappata e passato poi all’oc di Terapia del Dolore sotto la guida del dottor Luigi Filippo Nardi. Ora, andato in pensione il dottor Nardi, la procedura per la sostituzione, procedura laboriosa iniziata nel dicembre 2018, proseguita a febbraio del 2020 con l’ammissione di sette candidati e definita il 15 marzo con l’esame dei quattro che infine si sono presentati e la valutazione finale che ha appunto portato alla scelta di Di Serafino. Incarico quinquennale per Di Serafino, preceduto da un periodo di prova della durata di sei mesi. Poi c’è la nomina della commissione per la selezione, indetta nello scorso ottobre, per l’attribuzione di un incarico quinquennale di direttore medico di “Ortopedia e Traumatologia” dell’ospedale di Macerata. La commissione, che dovrà valutare gli undici medici che hanno fatto domanda, è formata da Paolo Ragni, direttore di Ortopedia di Garbagnate Milanese, da Massini Giorgio già direttore di Ortopedia dell’ospedale di Adria e da Rocco Politano, direttore Ortopedia dell’ospedale di Jesi.

Infine la parte economica per i dirigenti amministrativi sempre con una determina della direttrice Corsi: «Liquidazione alla dirigenza Pta – si legge nell’atto – di un ulteriore importo a titolo di retribuzione di risultato derivante dalle economie dei fondi contrattuali permeabili anni 2018 e 2019, ad incremento delle quote di performance organizzativa ed individuale delle medesime annualità. Detta liquidazione – si legge nella determina – risulta strettamente correlata agli obiettivi di attività e agli esiti valutativi di équipe certificati dal nucleo di valutazione aziendale per gli anni 2018 e 2019». Come dire, la politica e la nuova giunta regionale possono anche dire che la politica sanitaria fatta negli anni passati dalla coalizione sconfitta alle elezioni sarebbe stata deleteria, ma i premi arrivano lo stesso. Cosa che sarebbe logica se non fosse che i vertici dell’Asur regionale sono gli stessi di prima.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X