Un’amicizia nata nei reparti Covid,
ora Fabiola e Gisella ringraziano
«Ci hanno curato persone straordinarie»

MACERATA - Una infermiera e l'altra impiegata, entrambe positive al Coronavirus, si sono conosciute nei container al pronto soccorso
- caricamento letture
container-ospedale-macerata

L’ospedale di Macerata

 

E’ un’amicizia nata a causa del Covid quella tra Fabiola Patrizi, infermiera al Nido dell’ospedale di Macerata e Gisella Ilari, impiegata di una agenzia di assicurazioni, sempre nel capoluogo. Si sono incontrate per la prima volta nei container del Pronto soccorso di Macerata. Entrambe positive al Covid, Fabiola era lì già da un giorno quando è arrivata anche Gisella. In quei giorni hanno condiviso i fastidi, le preoccupazioni e i sospiri per il virus. Poi entrambe sono state trasferite in Medicina di Urgenza e ancora una volta si sono ritrovate a lottare insieme. Poi l’ultimo passaggio, prima di tornare a casa, nel reparto Covid dell’ospedale di Macerata (ex palazzina Malattia infettive). Un cammino che le ha portate alle dimissioni e al ritorno a casa. Ora sono in convalescenza ma non hanno dimenticato quanto è stato fatto per loro. Così vogliono ringraziare congiuntamente e in maniera speciale il personale medico e paramedico dei tre reparti che le hanno curate e sostenute con grande umanità durante la loro battaglia: «Tutti sono stati straordinari».
(a. p.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X