Sondaggio sulle mense a scuola,
insoddisfatto il 72% dei genitori

CIVITANOVA - Questionario proposto da "Insieme cambiamo la mensa", hanno risposto in 175: il 14,5% dei bambini iscritti alla refezione fra scuole dell'infanzia e primaria
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
mense-mensa

immagine di archivio

 

Bocciato dai genitori il servizio di refezione scolastica di Civitanova. Questo almeno stando ai risultati del sondaggio commissionato da “Insieme cambiamo la mensa” che dal 1 dicembre al 31 dicembre ha sottoposto un questionario ad un campione volontario di genitori. In totale hanno partecipato 175 genitori, circa il 14,5% dei bambini iscritti alla refezione fra scuole dell’infanzia e primaria. Undici le domande che riguardavano sia il livello di gradimento dei piatti, le eventuali criticità e anche la comunicazione da parte della ditta su trasparenza e variazioni al menù. Il campione che ha partecipato proviene per il 61% da Via Ugo Bassi, per il 24,7% da via Regina Elena, da Via Tacito per il 10% e in minor parte (3%) da Sant’Agostino. Il giudizio finale che emerge da parte del 72% degli intervistati è negativo. Il 72% è insoddisfatto del servizio andando a sommare il giudizio “molto negativo” con quello “negativo” espresso dai genitori. Mentre il 10% degli intervistati ha espresso un giudizio più che positivo, sommando il giudizio “positivo” e “molto positivo”. Il 61,7% dei genitori afferma che i figli “rifiutano in parte il pasto” e il 13,1% “rifiuta tutto il pasto”. Solo il 5,7% afferma che il proprio figlio mangia tutto il pasto. Alla domanda sulle maggiori criticità del servizio il 70,8% ha risposto lo “scarso gradimento dei bambini”. Per il 40% degli intervistati invece è la “mancanza di informazioni in merito alle attività di controllo del servizio”. Il 24,5% la “mancanza di piatti a base di legumi”, mentre per il 22,8% è la “eccessiva presenza di piatti a base di sugo di pomodoro”(22,8%). Per il 22,3% la “eccessiva presenza di piatti a base di carne e salumi”, per il 9,1% la “mancanza di menù o informazioni adeguate sulle diete speciali servite ai bambini”. Per il 6,2% dei genitori invece non ci sono criticità nel servizio di refezione scolastica. Tra le domande che il questionario sottoponeva all’attenzione delle famiglie anche quelle legate alla conoscenza del menù e delle variazioni: il 43,4% dei genitori afferma di non essere informato sulle variazioni di menù, mentre il 33,1% è informato delle variazioni di menù tramite passaparola tra i genitori. Solo il 13,7% dice di essere informato delle variazioni tramite l’app della AllFood. «Un risultato che la dice lunga sul grado di soddisfazione del servizio di refezione e che denuncia un diffuso e profondo malcontento dei genitori di Civitanova in merito al servizio di refezione scolastica in antitesi rispetto a quanto affermato dall’assessore Barbara Capponi che in una dichiarazione aveva affermato che il menù era nettamente migliorato» – il commento dell’associazione.

(l. b.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X