Frasi razziste: Troiani nella bufera
«Pronti alla mobilitazione,
intervenga il prefetto»

CIVITANOVA - Sono diventati un caso gli insulti pubblicati su Facebook dal vicesindaco e diretti a Moscovici, Juncker, Merkel, Macron e alla chiesa. L'Anpi ha annunciato iniziative di protesta e ha chiesto un incontro alla massima carica del governo locale. Morgoni parla di «sgangherato rappresentante delle istituzioni». Micucci e Costamagna ne invocano le dimissioni: «Ci vergogniamo»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
troiani

Il post di Troiani

 

Pronti via e l’ennesimo scivolone di Fausto Troiani sul web diventa un caso, anche istituzionale. A prendere posizione è l’Anpi di Civitanova, che condanna le frasi del vicesindaco, si dice pronta alla mobilitazione e chiede un incontro col prefetto e addirittura un intervento degli organismi rappresentativi della Ue . Insomma, come era prevedibile, su Troiani si è abbattuta la bufera.

troiani-incontra-residenti-centro-sui-parcheggi-civitanova-FDM-1-650x434

Fausto Troiani

Il numero due di Fabrizio Ciarapica aveva definito Pierre Moscovici (“ebreo rinnegato”), Jean-Claude Juncker (“beone impunito”), Angela Merkel (“culona inch…”) e Emmanuel Macron (“diversamente maschio neGrofilo”). E riferendosi al Papa, aveva aggiunto:”Per non parlare di Francesco e del suo staff di pedofili”. «Noi non ci abituiamo a questo tipo di reiterate esternazioni tanto meno se a pubblicarle e farle proprie è un rappresentante di una istituzione democratica come il vicesindaco Fausto Troiani – tuona la presidente dell’Anpi locale Annita Pantanetti – La giustificazione che sono frasi e concetti raccolti sulla “rete” non banalizza i concetti ma caso mai li aggrava. Ci rivolgiamo ai rappresentati dello stato, al prefetto al quale chiediamo un incontro per rappresentargli la situazione denunciata chiedendo un intervento formale. Ci rivolgiamo agli eletti in Consiglio Comunale affinché facciano sentire pubblicamente la loro voce e la dissociazione dalle parole e dagli scritti del vicesindaco. Invitiamo le forze democratiche,i consiglieri comunali , le associazioni per martedì 13 novembre alle 18,30 nella nostra sede per concordare iniziative unitarie e far sentire la voce, la protesta della Civitanova democratica, antifascista e antirazzista. Trattandosi anche di considerazioni e offese anche a capi di Stato inviteremo attraverso una nota anche agli organismi rappresentativi della Ue e in quella sede a chi tutela i diritti istituzionali oltre che personali».

MORGONI

Mario Morgoni

Ma il grido di sdegno e di condanna per le esternazioni di Troiani   non finisce qui. «Dopo essere salita alla ribalta delle cronache nazionali per le illuminazioni natalizie che evocavano simbologie falliche – rincara la dose Mario Morgoni, deputato del Pd –  ci pensa adesso il vicesindaco  a dare lustro e notorietà alla sua città con una memorabile presa di posizione. In questo caso però l’ ilarità lascia spazio alla commiserazione per un uomo delle istituzioni che utilizza Facebook come la latrina dove scaricare le proprie deiezioni verbali . Ovviamente la comunità civile e operosa di Civitanova, è ben altro da quanto sembrerebbero documentare le parole di questo sgangherato rappresentante delle istituzioni locali. Aggiungo con amarezza che non c’è poi da meravigliarsi troppo dei rutti verbali del vicesindaco di Civitanova che esprimono perfettamente la cifra culturale e politica dell’attuale classe dirigente giallo verde che governa disgraziatamente il nostro paese».

Francesco_Micucci

Francesco Micucci

Quindi Francesco Micucci, consigliere regionale del Pd:  «Ma davvero Civitanova merita questo vicesindaco? – si chiede –  Ma davvero questo è il meglio che la destra civitanovese possa esprimere? Ma davvero il sindaco non sente l’esigenza di prendere le distanze dalle affermazioni tribali del suo vice?  Ma davvero nell’ultimo anno Civitanova è riuscita ad andare alla ribalta delle cronache nazionali solo per le palme falliche e per un vicesindaco fascista e razzista? Io mi vergogno di leggere il nome della mia città collegato a certi episodi. Io voglio essere orgoglioso della mia città in giro per l’Italia. Fatelo dimettere».

 

ivo-costamagna-civitanova-2-400x267

L’ex presidente del consiglio Ivo Costamagna

Interviene anche Ivo Costamagna, ex sindaco ed ex presidente del Consiglio comunale di Civitanova: «Condivido tutte le parole di Francesco Micucci e aggiungo che soltanto quattro anni fa la coalizione di centro-sinistra che allora governava la città chiese ed ottenne, in quel caso in modo davvero compatto ed unanime, per molto ma molto meno, le dimissioni di un – sin a quel momento – ottimo assessore Pd ai servizi sociali: Antonella Sglavo. L’opposizione consiliare presenti formale mozione di sfiducia nei confronti del vicesindaco Troiani».

Insulti razzisti su Facebook, ennesimo scivolone di Troiani



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X