facebook twitter rss

“Non passa lo straniero”,
flash mob di Fratelli d’Italia

PROTESTA - Il partito di Giorgia Meloni nelle Marche ha scelto Macerata per la campagna nazionale contro l'immigrazione che si è svolta in 12 città d'Italia: «Denunciamo tutte quelle situazioni in cui la nostra sovranità è minacciata. Il 4 novembre diventi festa nazionale». Tra i presenti il deputato Acquaroli e i consiglieri comunali Mosca e Renna
lunedì 5 novembre 2018 - Ore 16:07 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Sotto lo slogan “Non passa lo straniero”, Fratelli d’Italia ha manifestato a Macerata, davanti ai Cancelli di piazza Annessione. Una protesta tutta politica contro l’immigrazione, sulla linea di quanto già espresso in Parlamento e organizzato in altre piazze italiane.

«Nella giornata in cui si sono celebrate l’Unità Nazionale e le Forze Armate, Fratelli d’Italia torna a chiedere a gran voce che diventi festa nazionale e sceglie questa data simbolo del patriottismo per lanciare una mobilitazione a difesa della sovranità si legge nella nota diffusa dal coordinamento di Fdi – Dodici gli appuntamenti della campagna nazionale “non passa lo straniero” che il partito di Giorgia Meloni ha organizzato in altrettanti luoghi simbolo della svendita della nostra sovranità dal nord al sud dell’Italia. Nelle Marche Fratelli d’Italia – scrive il coordinamento – si è ritrovata a Macerata, divenuta luogo simbolo della ferocia della mafia nigeriana dopo l’efferato omicidio di Pamela Mastropietro, davanti ai Cancelli della città per chiuderla simbolicamente a questa nuova malavita organizzata che gestisce lo spaccio e la prostituzione in molte realtà d’Italia.

Oggi, come 100 anni fa, l’Italia è minacciata da nuove forme di invasione – prosegue la nota – la finanza speculativa, il mondialismo, le multinazionali che acquistano le aziende italiane per delocalizzare togliendo lavoro e opportunità, le nuove mafie cinesi e nigeriane che si arricchiscono col mercato del falso a danno del Made in Italy e con droga e illegalità».

Assieme ai ragazzi del movimento  “Gioventù Nazionale” impegnati nella distribuzione di un volantino che spiegava le ragioni della manifestazione, erano presenti anche l’onorevole Francesco Acquaroli, Elena Leonardi capogruppo in consiglio regionale, Paolo Renna, confermato consigliere provinciale nelle elezioni della settimana scorsa, e Massimo Belvederesi portavoce provinciale. Ha preso parte alla manifestazione anche Maurizio Mosca, consigliere comunale a Macerata con la lista civica “Città viva”.

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X