“No inceneritore a Tolentino”,
nato un comitato

NEL PRIMO INCONTRO è stato invitato il Consiglio Comunale ad approvare una mozione unitaria nella quale si attesti la totale opposizione alla realizzazione. In programma la partecipazione alla Conferenza dei servizi che verrà presto convocata dalla Provincia
- caricamento letture

comitato-no-inceneritore-2-650x488

 

Ha riscosso notevole successo il primo incontro del neo costituito Comitato “No inceneritore a Tolentino”, nato per impedire che si costruisca un inceneritore dei fanghi provenienti dai depuratori. «Nella sala, gremita di persone, si è ampiamente discusso sugli inevitabili rischi di inquinamento originati da un impianto del genere – sottolineano in una nota i rappresentanti del comitato – La società proponente ha già depositato la richiesta alla Provincia di Macerata, la quale dovrà valutare se autorizzare o meno la realizzazione dell’impianto la cui potenzialità è enorme e sarebbe in grado di bruciare circa la metà dei fanghi prodotti dall’intera Regione.

comitato-no-inceneritore-1-325x244Ciò significa che, nel caso l’impianto venisse realizzato, per i prossimi 50 anni più di 100 tonnellate al giorno di fanghi provenienti da moltissimi depuratori delle Marche saranno raccolte e smaltite a Tolentino, in uno stabilimento ubicato a pochissima distanza dal centro abitato. I rischi per un inquinamento olfattivo (l’odore prodotto dai fanghi organici dei depuratori non è di certo gradevole) e per un inquinamento atmosferico (ogni anno decine di milioni di metri cubi di gas verranno rilasciati in atmosfera) sono altissimi e certamente da evitare anche perché vi sono sistemi di smaltimento dei fanghi molto meno pericolosi e meno inquinanti. Il Comitato accoglie positivamente l’annunciato parere contrario del Comune di Tolentino e contestualmente invita il Consiglio Comunale ad approvare una mozione unitaria nella quale si attesti la totale opposizione alla realizzazione di questo impianto a Tolentino. Il Comitato intende infine accreditarsi e partecipare alla Conferenza dei servizi che verrà presto convocata dalla Provincia, con l’obiettivo di riportare in forma istituzionale la fortissima voce di dissenso dei cittadini tolentinati».

 

Spunta l’ombra di un nuovo inceneritore, «Assolutamente contrari al progetto»

Bisonni scrive al ministro: «Lei non è contro l’incenerimento, una contraddizione politica»

Incenerimento, Governo impugna legge regionale

No agli inceneritori: «Sono nocivi, non ci servono e sarebbero antieconomici»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X