Ponti provinciali, Pettinari:
«Ne monitoriamo 199
e non c’è nessuna criticità»

DOPO LA TRAGEDIA di Genova il presidente della Provincia ha fatto il punto sulla situazione nel Maceratese. Negli ultimi otto anni sono stati 20 gli interventi per un totale di 25 milioni di euro. A Piediripa c'è l'ipotesi di fare una nuova infrastruttura. «Ma servirebbero oltre 3 milioni di euro. Sono orgoglioso di aver sempre prestato attenzione alla sicurezza»
- caricamento letture
conferenza_ponti_pettinari_mecozzi-1-650x488

Da sinistra Antonio Pettinari e l’ingegnere Sandro Mecozzi

di Federica Nardi

Ponti e viadotti delle strade provinciali: «Non ci sono criticità e la situazione è sempre sotto controllo». Il presidente della Provincia, Antonio Pettinari, fa il punto sulle infrastrutture che ricadono sotto il controllo del suo ente, per rassicurare la popolazione dopo la tragedia di Genova. Fino al 2015, prima del passaggio di competenze alla Regione e poi all’Anas, i ponti monitorati dalla Provincia erano 281. A oggi sono 199 e negli ultimi otto anni sono stati 20 gli interventi per un totale di 25 milioni di euro.

conferenza_ponti_pettinari-2-325x244

Antonio Pettinari

I ponti provinciali vengono controllati periodicamente dal personale su strada dell’ente che li monitora dal basso. Al monitoraggio visivo corrisponde un punteggio che può portare a ulteriori controlli sui materiali e la tenuta della struttura. Al momento la Provincia insiste che nessun ponte presenta criticità tali da intervenire in modo urgente ma in ogni caso il provveditorato delle opere pubbliche di Firenze, che è competente anche per le Marche, ha chiesto di inviare per il primo settembre un elenco di interventi da finanziare. In base alle segnalazioni saranno ripartiti i fondi pubblici. Tra i desiderata della Provincia potrebbe esserci anche un ponte ex novo per Piediripa: «Una delle opzioni al posto della manutenzione straordinaria – spiega Pettinari -, è costruirne un doppio e demolire il vecchio. Ma servirebbero oltre 3 milioni di euro».

annunziata-ponte

Il ponte dell’Annunziata

I fondi in ogni caso per l’ente sono oro. «Le risorse sono state vergognosamente sottratte alle Province. E noi abbiamo lavorato nonostante un quadro desolante perché abbiamo la responsabilità di garantire la sicurezza – dice il presidente -. Di strade, scuole e ambiente. Ci sono stati anche tanti pensionamenti e non abbiamo potuto riassumere personale». Questo vuol dire che «il personale su strada, che fa i controlli visivi periodicamente, si è ridotto notevolmente. Così come le risorse di bilancio. E noi siamo stati fortunati perché eravamo un ente virtuoso». A questo si è aggiunto anche «il patto di stabilità – prosegue Pettinari -, che ci ha bloccato per anni. Come nel caso del ponte di Fiastra dove c’erano 42 appalti nel 2011 ma i lavori non sono potuti cominciare prima del 2016. E molti hanno rinunciato perché non sapevamo quando avremmo potuto pagarli».

ponte-villa-potenza

Il ponte di Villa Potenza

In questi anni sono stati tre i ponti nuovi realizzati: quello di Villa Potenza, di Colbuccaro e quello dell’Annunziata. Ristrutturato invece il collegamento tra Sforzacosta e Sarnano, così quello che passa sul lago di Fiastra. Ci sono stati lavori anche sui ponti di Cingoli, Loro Piceno, Camporotondo, Muccia, Camerino, Penna San Giovanni, Poggio San Vicino, Belfrote, San Severino e Visso. «Tempo fa mi chiamavano il “presidente dei ponti” – ricorda Pettinari -. Dopo quello che è successo a Genova sono orgoglioso di aver prestato attenzione alla sicurezza. Questo è, da sempre, il mestiere delle Province. I nostri ponti sono a posto, ma questo non vuol dire che dobbiamo dormire sonni tranquilli – conclude Pettinari -, il monitoraggio è costante». La Provincia al momento è al lavoro anche in tre lotti della strada Visso-Castelsantangelo, dove il cantiere è in dirittura d’arrivo.

ponte



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X