Peppina può tornare,
dissequestrata la casetta

FIASTRA - La notifica arrivata alla famiglia. Il genero: «Gliel'ho detto oggi, aveva le lacrime agli occhi»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

peppina-va-nel-container-fiastra-FDM-4-325x208

NONNA PEPPINA – Giuseppa Fattori

 

Giuseppa Fattori, per tutti Peppina, potrà tornare a San Martino di Fiastra. Finisce con la notifica di dissequestro della casetta la vicenda simbolo della 95enne terremotata che l’anno scorso aveva dovuto abbandonare la casa di legno, dichiarata poi abusiva, che le avevano costruito i parenti per farla restare nella frazione. Adesso, spiega la figlia Gabriella Turchetti «prima di farla rientrare dovremo pulire tutta l’area che è infestata dalle erbacce».

 

peppina-casetta

La casetta di Peppina a un anno dai sigilli

La notifica è arrivata ieri, in tarda serata. «L’ho detto a Peppina stamattina – racconta il genero, Maurizio Borghetti -, le venivano le lacrime agli occhi». L’anziana al momento si trova in riabilitazione in una Rsa di Castelfidardo, dopo che a luglio era stata ricoverata all’ospedale di Camerino per una frattura al polso e problemi cardiaci e respiratori. Al rientro effettivo mancano comunque almeno una decina di giorni. Sia per le condizioni di salute della donna, sia per le necessità di manutenzione della casa. «Speriamo bene, sarebbe un sogno realizzato – conclude Borghetti -. Il fatto che può tornare le ha dato una spinta notevole».

(Servizio aggiornato alle 13,11)

(Fe. Nar.)

Peppina_Fiastra_FF-9-650x433

Peppina l’anno scorso a San Martino di Fiastra

Peppina trasferita in una rsa «La casetta? Non ci crede più»

Peppina, dissequestro della casetta: la procura è favorevole

Peppina ricoverata, la figlia: «La politica non s’è occupata del dolore dei terremotati»

Peppina ricoverata in ospedale, era ancora fuori casa

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X