Indagine sugli appalti Sae, l’Erap:
«Solidarietà ai nostri dirigenti,
dimostreranno loro estraneità»

INCHIESTA – L’ente esprime vicinanza verso i due dipendenti: «Hanno sempre prestato la propria attività con abnegazione e spirito di servizio»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Sae-villa-SantAntonio-visso-1-325x244

 

Indagine sugli appalti delle Sae, solidarietà dell’Erap ai due dirigenti dell’azienda che sono indagati. Si tratta di Maurizio Urbinati e Lucia Taffetani, con loro sono stati iscritti nel registro degli indagati anche il capo della protezione civile delle Marche David Piccinini e Stefano Stefoni. «L’Erap Marche, seppure nel rispetto e piena fiducia della magistratura, in relazione all’indagine promossa dell’autorità Giudiziaria in merito a presunti abusi nella realizzazione delle Sae ed, in particolare, nei subappalti, esprime solidarietà e vicinanza, in questo delicato momento, ai due dirigenti indagati, che hanno prestato la propria attività con grande abnegazione e spirito di servizio, in condizioni di particolare difficoltà, nella convinzione che gli stessi saranno in grado di dimostrare la propria estraneità ai fatti contestati». L’indagine della procura ipotizza i reati di abuso d’ufficio in relazione agli appalti sulle casette. Sarebbero state omessi dei controlli, come quelli legati alla normativa antimafia.

Inchiesta sugli appalti delle Sae «Infiltrate aziende in odore di mafia»

Indagine su appalti Sae: «Piccinini è sereno, chiederà di essere sentito»

Abuso d’ufficio su appalti Sae, indagato capo Protezione civile Marche: «Massima collaborazione con inquirenti»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X