Il matrimonio da sogno
della giovane stilista

STORIE - Farwa Zulfiqar, cresciuta in provincia e laureata all'Accademia delle belle arti di Macerata, si è sposata in Pakistan e ha disegnato gli abiti delle nozze. Come da tradizione, la cerimonia è durata tre giorni: colori e atmosfere da fare invidia a Bollywood
- caricamento letture
farwa-zulfiqar-matrimonio-pakistano-10-325x361

Farwa Zulfiqar

 

di Leonardo Giorgi

Fiori d’arancio dalle tinte Bollywood per il talento della moda made in Macerata. Farwa Zulfiqar, la giovane stilista uscita dall’Accademia di belle arti che ha disegnato diversi abiti anche per produzioni Mediaset, racconta il matrimonio da favola organizzato qualche settimana fa in Pakistan, sua terra di origine. Insieme al neo marito, residente nella città di Islamabad, Farwa ha curato i dettagli di una festa unica, durata (come vuole la tradizione del posto) tre giorni. Ovviamente, la stilista ha curato tutti i vestiti della cerimonia, supportata dalla make up artist Sadia Ejaz e l’hair stylist Ginevra Fusari. «Essendo cresciuta in Italia – spiega Farwa – e avendo doppie influenze ho giocato molto con un stile occidentale e mix orientali. Da sempre ho voluto rompere un po’ le tradizioni e per il mio matrimonio, che si è tenuto a Burewala, sono riuscita a creare proprio dei vestiti che avevo sempre sognato. Il mio abito nuziale è stato ricamato in 12 giorni da 10 lavoratori. Il ricamo è stato fatto sul tulle e jamawar puro sui quasi 15 metri di stoffa. Il vestito nuziale di solito è di color rosso, ma io ho scelto oro e magenta con il ricamo a 3D». L’abito era diviso in 4 parti. «Il corpino, lehnga (gonna) e il sarrong (il velo color oro sopra la gonna) e il velo sulla testa». Tutti i vestiti del matrimonio sono stati cuciti, spiega Farwa, «dalla mia amata mamma, non poteva farlo nessun altro. Il tempo per creare tutto era davvero molto poco, ma con tanta pazienza e ostacoli siamo riuscite a creare gli abiti da sogno».

farwa-zulfiqar-matrimonio-pakistano-6-488x650

 

farwa-zulfiqar-matrimonio-pakistano-7-300x400

L’abito del giorno delle nozze

 

Ma come funziona esattamente un matrimonio pakistano? «Tutto parte da “Mayun” , che di solito si fa una settimana prima o 5 giorni prima del matrimonio – racconta la stilista maceratese -. In questi giorni la sposa entra in uno stato di isolamento e non è più permesso di uscire da casa e vedere il futuro marito. Iniziano per lei rituali di abbellimento, le maschere sul viso e sulle mani a base di curcuma e farina di ceci erbe e oli aromatici che si applicano ogni giorno. In questo periodo la sposa deve indossare i vestiti di color giallo e i gioielli fatti con i fiori freschi e vengono regalati i gioielli anche agli ospiti. Invece a tutte le amiche single della sposa si regala i braccialetti di vetro (Ciurya) color verde e giallo». La festa vera e propria si sviluppa nell’arco di tre giorni. «Il giorno prima del matrimonio si svolge il “Mehndy” (la festa dell’hennè), cerimonia tra i parenti e amici dove si applica appunto il mehndy. Si dice che più il colore dell’hennè è scuro, più il suo futuro marito amerà la donna. Durante la serata di mehndy si canta si balla proprio come nei film di Bollywood e si fanno riti per allontanare il male (Sadka). La sera viene organizzata la cena per gli ospiti». Il secondo giorno è quello della cerimonia ufficiale di matrimonio, il Barat, dove lo sposo viene accompagnato dai suoi parenti e amici a casa della sposa. «La cerimonia delle nozze “Neekah” si svolge a casa della sposa o nell’hotel dove viene organizzato il matrimonio – precisa Farwa -. La coppia firma il contratto di matrimonio che contiene le condizioni che devono essere rispettate da entrambe le parti, in più l’importo monetario che lo sposo dovrà versare alla sposa in caso di divorzio che viene chiamato (Meher). Il “Meher” comprende due importi, uno dovuto prima che il matrimonio sia consumato e l’altro in un tempo stabilito. Il padre della sposa e dello sposo agiscono come testimoni. Dopo la cena o pranzo per tutti gli invitati arriva il momento del “Ruksati” dove la sposa viene portata a casa del marito». Il giorno finale, “Valima”, è dedicato a salutare tutti i parenti e amici offrendo la cena a tutti gli ospiti del matrimonio.

farwa-zulfiqar-matrimonio-pakistano-13-650x433
farwa-zulfiqar-matrimonio-pakistano-12-433x650
farwa-zulfiqar-matrimonio-pakistano-11-402x650
farwa-zulfiqar-matrimonio-pakistano-9-329x650
farwa-zulfiqar-matrimonio-pakistano-8-616x650
farwa-zulfiqar-matrimonio-pakistano-3-365x650
farwa-zulfiqar-matrimonio-pakistano-1-279x650
farwa-zulfiqar-matrimonio-pakistano-2-365x650
farwa-zulfiqar-matrimonio-pakistano-4-366x650



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =