Giocatore senegalese squalificato 3 anni:
aggressione e insulti razzisti
all’arbitro italiano

CALCIO - E' accaduto al termine di Sforzacosta-Pievebovigliana, quinta giornata del girone F di Terza categoria. Abdoulaye Fall, 21enne centrocampista della formazione della frazione di Macerata, ha lanciato una borraccia piena d'acqua al direttore di gara, colpendolo al volto. Ha cercato poi di aggredirlo, ma è stato bloccato dai compagni
- caricamento letture

 

campo-sportivo-sforzacosta-2-325x244

Il campo sportivo di Sforzacosta

 

di Michele Carbonari

Alla fine della partita, torna in campo e corre verso l’arbitro: lo colpisce con una borraccia piena d’acqua, poi gli rivolge insulti razzisti. Protagonista un giocatore senegalese, vittima un arbitro italiano. Il giudice sportivo per questo episodio ha squalificato il calciatore per tre anni. E’ successo sabato scorso a Macerata, al termine della partita di campionato tra Sforzacosta e Pievebovigliana, di terza categoria. Il calciatore, Abdoulaye Fall, 21 anni, centrocampista dello Sforzacosta, potrà tornare in campo nel 2020. Il giudice sportivo lo ha squalificato fino al 31 dicembre 2020, con multa di 350 euro. L’episodio è avvenuto al termine della partita casalinga persa 1-0 contro il Pievebovigliana. «Al termine della gara – recita la nota della Figc -, (Abdoulaye Fall, ndr) rientrava all’interno del terreno di gioco dopo che era stato già sostituito, e correndo in direzione dell’arbitro lo attingeva al volto e, poi, alla spalla, con una borraccia piena d’acqua procurandogli conseguenze lesive. Contestualmente tentava di aggredirlo ma tale proposito veniva impedito solo grazie all’intervento di alcuni compagni di squadra – continua la nota della Figc Marche -. Nell’occasione lo stesso calciatore rivolgeva frasi gravemente minacciose e ingiurie a contenuto razziale. Tenuto conto della gravità della condotta ascritta al calciatore e delle lesioni cagionate all’arbitro, accertate in sede medica con prognosi di 7 giorni, ritenuto che le sanzioni comminate devono essere anche orientate a prevenire e contrastare tali episodi, dispone a carico del calciatore Abdoulaye Fall congiuntamente con la sanzione disciplinare della squalifica, l’ammenda di euro 350». L’episodio arriva una settimana dopo la vicenda che ha coinvolto un giocatore della Sefrense, squalificato fino al 31 dicembre 2019 per aver aggredito l’arbitro nel derby contro la Folgore Castelraimondo (leggi l’articolo).

Lo Sforzacosta è stato inoltre multato di 400 euro perché «durante la gara alcuni sostenitori hanno rivolto frasi offensive e gravemente minacciose nei confronti dell’arbitro – dice la Figc -. Al termine della gara due sostenitori della società ospitante sono entrati all’interno dello spogliatoio dell’arbitro ed uno di questi ha rivolto frasi ingiuriose e minacciose dopo di che ha tentato di aggredirlo ma ciò è stato impedito dall’altro sostenitore». Una gara particolarmente tesa, quella di sabato, con altri 2 giocatori squalificati (per due e sei gare) e con un dirigente fermato per due settimane.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X