Aggredisce l’arbitro,
due anni di squalifica

CALCIO - Il secondo portiere della Sefrense Matteo Rotondo ha colpito con un pugno il direttore di gara durante il derby di domenica scorsa contro la Folgore Castelraimondo, gara di Seconda categoria. Partita persa a tavolino e 500 euro di multa al giocatore
- caricamento letture

 

pietro-giuggioloni-1-325x325

L’arbitro Pietro Giuggioloni

 

Durissima la mano del giudice sportivo nei confronti di Matteo Rotondo, il secondo portiere della Sefrense, protagonista dell’aggressione all’arbitro Pietro Giuggioloni che ha causato la sospensione della partita di domenica scorsa contro la Folgore Castelraimondo, valevole per la giornata del girone F di Seconda categoria (leggi l’articolo). E’ stato squalificato fino al 31 dicembre del 2019, comminati anche 500 euro di ammenda. Ovviamente, partita persa a tavolino per la Sefrense. «Riporta il direttore di gara nel proprio referto che al 15esimo minuto del secondo tempo, il calciatore Matteo Rotondo entrava nel terreno di gioco dalla panchina, ed avvicinatosi all’arbitro lo colpiva con un pugno alla tempia procurandogli forte dolore – si legge nel comunicato della Figc Marche – A seguito di tale fatto il direttore di gara sospendeva definitivamente l’incontro. Il direttore di gara allega al proprio referto, il certificato rilasciato dal pronto soccorso di Macerata, nel quale viene data una prognosi di tre giorni. Alla luce di quanto sopra, si ritiene di sanzionare la società Sefrense con la punizione sportiva della perdita della gara, con il risultato di Sefrense 0 – Folgore Castelraimondo 3 e di squalificare il calciatore fino al 31-12-2019».

(Mi. Car.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X