Brini lancia il Marinelli tris e una civica:
“Fuori tutti gli ex consiglieri”

CIVITANOVA VERSO LE ELEZIONI - Lunedì riunione di tutto il centrodestra per trovare la quadra delle prossime amministrative. Impresa non facile con Fi che non vuole rinunciare al simbolo e i veti dell'ex consigliere regionale che sta tentando di convincere l'ex primo cittadino a scendere in campo. Si cerca il riavvicinamento con Vince Civitanova: "Ho parlato con Troiani, porte aperte. Anche la candidatura di Ciarapica non mi dispiace"
- caricamento letture
Ottavio Brini

Ottavio Brini

 

di Laura Boccanera

Ottavio Brini lancia il Marinelli tris e prepara un progetto per l’unione del centrodestra per le prossime elezioni amministrative di Civitanova. Il demiurgo forzista annuncia che non scenderà in campo come candidato, ma “sarò l’allenatore” – dice in una conferenza stampa fiume che svela alcune strategie. Ogni decisione viene rimandata agli esiti della riunione che ci sarà lunedì sera convocata dall’ex sindaco e alla quale siederanno tutte le forze di centrodestra. Ci sarà anche Remigio Ceroni che sembra intenzionato a creare una lista di Forza Italia per Civitanova.

Da qui la chiave di volta di Brini che annuncia di essere pronto con un programma e una lista pronta al 60% con tutti volti nuovi della politica.  «Se la coalizione e Forza Italia condividerà queste posizioni, con alcune nostre condizioni confluiremo in Fi, altrimenti porteremo avanti la nostra lista civica che ha già un nome, Popolari insieme per le libertà». Della civica fanno parte Giuseppe Baioni, Corrado Perugini, Paolo Giannoni, Marta Lattanzi e Marco Campugiani. «O si converge tutti in Fi alle nostre condizioni oppure andiamo avanti col nostro programma e con la lista civica – afferma Brini – una delle condizioni è che nella lista non voglio nessuno dei consiglieri comunali attuali, questa è una lista nuova che serve per recuperare gli scontenti e i delusi che non hanno votato nel 2012 – e poi verso i possibili alleati – anche con Vince Civitanova non vogliamo rompere ma recuperare il rapporto».

Erminio Marinelli

Erminio Marinelli

E infatti Fabrizio Ciarapica è il secondo nome che Brini fa dopo quello di Marinelli come papabile alla candidatura a sindaco: «Il mio personale candidato con il quale secondo me si può riconquistare il governo della città è Erminio Marinelli, ma anche Ciarapica non mi dispiace». Sembrano lontani i tempi in cui proprio Vince Civitanova descrisse Brini come uno “zombie della politica”, oggi sembra anzi anche recuperato il rapporto con Fausto Troiani: «Siamo costantemente in contatto e ho fatto presente che le porte sono aperte» – continua Brini.

Marinelli nel frattempo non si scompone, ufficialmente avrebbe cortesemente declinato l’invito a ripresentarsi per il tris, ma tra un no ed un ni forse in realtà l’ex sindaco sta aspettando che i tempi siano più maturi ed il quadro politico più chiaro. «Serve un sindaco che abbia esperienza – continua Brini – per ora il rifiuto di Marinelli non ci preoccupa, è il tipo che decide all’ultimo, ha sempre detto che non si candidava e poi si è candidato in più di una occasione, è la persona più autorevole per tornare a governare Civitanova, non serve l’improvvisazione. Dice sempre che non si candida, ma poi si presenta». Nel frattempo Brini avrebbe in canna anche una serie di nomi interessati a far parte della partita, tra loro l’ex dirigente comunale Roberto Giannoni e addirittura contatti ci sarebbero stati con Alberto Angelini, figlio del presidente del consiglio comunale, che però non avrebbe confermato l’adesione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X