Treni Civitanova-Fabriano, Terzoni:
“Gli swing non sono la svolta green”

TRASPORTI - L'intervento del deputato del Movimento 5 stelle «Sono diesel a Euro 3, mentre lo standard è Euro 6»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Patrizia Terzoni

Patrizia Terzoni

«I nuovi treni Swing della tratta Civitanova-Fabriano sono diesel a Euro 3, mentre lo standard è Euro 6. Ed intanto i prezzi aumentano». L’onorevole Patrizia Terzoni, portavoce del Movimento 5 stelle alla Camera dei deputati, interviene così sulla questione relativa ai nuovi treni “Swing” messi in funzione da pochi giorni nella regione (leggi l’articolo).

«In merito alla querelle relativa ai treni Swing sulla tratta Civitanova-Fabriano – scrive Terzoni – abbiamo preso atto della svista dell’assessore ai Trasporti Angelo Schiapichetti». L’ufficio stampa della Regione Marche infatti aveva inizialmente indicato in modo erroneo che i nuovi treni Swing sarebbero stati alimentati a metano, a differenza del diesel. «Un “inghippo” di comunicazione può capitare a tutti: resta il fatto che i nuovi treni presentati meno di sei mesi fa non sono a metano ma diesel, come tra l’altro la scheda sul portale di Trenitalia riporta a chiare lettere. Quello che in pochi sanno però, è che la trazione diesel dei nuovi convogli è Euro 3, quindi vecchia, poiché lo standard è euro 6».

«Dunque – continua la Terzoni – la favoletta del mezzo ecologico è, appunto, una favoletta. Modelli più inquinanti persino dei noti “Minuetto”, esempio assai più convincente di diesel-elettrico di produzione italiana e non polacca. Un’operazione verità che si rende necessaria: gli Swing sicuramente hanno standard imparagonabili con le austere e sgangherate “littorine” che hanno imperversato per anni nella tratta marchigiana. Spacciarli per treni che oltre al comfort e alla puntualità portano con loro una svolta “green” è una menzogna alla quale troppi hanno creduto. Senza contare – conclude – che a giorni i prezzi dei biglietti andranno ad aumentare, tanto a ribadire che ai cittadini non viene regalato nulla: pagheranno di più un mezzo inquinante la cui qualità è ancora tutta da verificare. Invece di bearsi, a palazzo Raffaello dovrebbero magari iniziare a farsi qualche domanda»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X