Colosi: “Una via per Almirante”
Il Pd: “Uno schiaffo alla storia della città”

TOLENTINO - Il capogruppo di Fratelli d'Italia porterà la proposta in consiglio. L'idea di intitolare una strada allo storico segretario del Msi è destinata a far discutere come già accaduto a Civitanova
- caricamento letture
Il consigliere comunale Francesco Pio Colosi con Giorgia Meloni

Il consigliere comunale Francesco Pio Colosi con Giorgia Meloni

di Marco Cencioni

A Civitanova c’era una strada intitolata a Giorgio Almirante, prima che la nuova giunta decidesse di cancellare l’operato di quella vecchia, togliendo il nome dello storico leader del Msi dalla toponomastica cittadina, scatenando così le ire di donna Assunta (leggi l’articolo). Ora, a Tolentino, il capogruppo di Fratelli d’Italia Francesco Colosi vuole dedicare una via al politico, scomparso nel maggio del 1988. L’unica certezza è che dalla costa all’entroterra la polemica rimarrà molto accesa. Infatti, dopo l’idea del consigliere tolentinate con delega allo sport –  lanciata nei giorni scorsi durante una conferenza di ringraziamento per i voti ottenuti alle regionali – si registra subito una forte presa di posizione da parte dei rappresentanti del Partito Democratico cittadino, che definire critici in merito all’ipotesi è un eufemismo. Colosi ha dichiarato di voler proporre in consiglio l’intitolazione di una via allo storico segretario del partito di destra, anche perché «ricorre quest’anno il 101esimo anniversario della sua nascita». Dopo aver affermato che questa è «un’idea che ho da tempo, da prima della campagna elettorale per le regionali, ma non volevo usarla come pubblicità», il consigliere sottolinea che «questa è una situazione diversa dal caso di Civitanova (leggi l’articolo). Abbiamo tante vie e così come ce n’è una dedicata a Berlinguer, rappresentante della sinistra, non vedo perché non si possa avere una strada intitolata a quello che è stato il leader della parte opposta, la destra sociale e popolare. Sono due figure storiche contrapposte ma che rappresentano la grande politica degli anni settanta e ottanta: ritengo giusto che ad entrambe sia reso omaggio senza strumentalizzazioni o speculazioni di nessun genere».

Il cartello di in titolazione a Civitanova che ha aperto una querelle infinita. Ora la proposta a Tolentino

Il cartello di intitolazione a Civitanova che ha aperto una querelle infinita. Ora la proposta a Tolentino

Il capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio, infine, ricorda che «anche l’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in occasione del centenario della nascita di Almirante, lo definì come un politico animato da “un convinto rispetto per le istituzioni repubblicane” dicendo che “E’stato espressione di una generazione di leader che hanno saputo confrontarsi mantenendo un reciproco rispetto a dimostrazione di un superiore senso dello Stato”. Non vedo, quindi, quale problema possa rappresentare dedicargli una via».

Prugni

Il capogruppo consiliare del Pd di Tolentino Bruno Prugni

La proposta di Colosi ha subito scatenato la reazione del Pd tolentinate. «Significherebbe uccidere nuovamente i ragazzi di Montalto e dare uno schiaffo alla storia di Tolentino – affermano i rappresentanti democrat in una nota stampa – L’intera città ha pianto i suoi giovanissimi morti ed ogni anno li ricorda andando a rendere omaggio alle loro tombe. I ragazzi di Montalto sono stati uccisi da fascisti. I partigiani che hanno combattuto la guerra di liberazione non erano tutti comunisti, molti di loro erano cattolici che provenivano dall’oratorio. L’ideale comune a tutti era quello di liberare l’Italia dal nazifascismo. Giorgio Almirante non ha mai ripudiato il fascismo. Ha contribuito, anzi, ad organizzare associazioni fasciste ed ha sempre ricercato l’aiuto di frange violente extraparlamentari di estrema destra come Ordine Nuovo – affermano – Dalla fine della guerra ad oggi, nessuna amministrazione ha mai pensato di macchiare in modo così sfacciato e irrispettoso la nostra storia e le nostre medaglie, quelle d’argento al valore civile e al valore militare, e ciò che esse rappresentano, speriamo non inizi Pezzanesi. Con quale coraggio, alla prossima commemorazione dei Martiri di Montalto, l’amministrazione potrà affrontare gli ultimi partigiani rimasti? Con quale coraggio potrà parlare davanti a una platea per ricordare i giovani trucidati dai fascisti? – domandano in conclusione gli esponenti del Pd – Auspichiamo che tutte le forze politiche moderate, anche di maggioranza, si schierino contro questa folle proposta».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 1
Civitanova = 
Elezioni =