Bimbo morto a 4 anni, il pediatra:
“Era malato dalla nascita”
Dolore all’asilo, annullata la festa di Natale

DRAMMA A MACERATA - Pierfrancesco Gentilucci aveva in cura Dominion, Domi come lo chiamavano in famiglia, da circa un anno. Domani l'autopsia disposta dall'ospedale. Sul caso per ora non è stata aperta nessuna indagine. Il piccolo era il nipote di Daniel Amanze, presidente dell'Acsim. Il preside Ermanno Bracalente: "Siamo vicini ai genitori"
- caricamento letture
Dominion, il bambino di 4 anni e mezzo morto domenica

Dominion, il bambino di 4 anni e mezzo morto domenica

 

di Marina Verdenelli

«Dominion aveva una patologia ed era in cura da quasi un anno. Oggi lo aspettavo in studio per la terapia». Parla così Piefrancesco Gentilucci, il pediatra del bambino nigeriano di 4 anni e mezzo morto domenica in ospedale dopo il malore avuto in casa in via Pace. Il medico, che seguiva il piccolo dallo scorso febbraio, mese in cui gli era stata diagnosticata la malattia, prova a fare chiarezza sulla morte improvvisa del bimbo dopo che il padre, Uzoma Onyekwerw, 35 anni, educatore dell’Acsim, l’Associazione Centro Servizi Immigrati Marche, ha dichiarato che il figlio era sano (leggi l’articolo). «Era malato dalla nascita – spiega Gentilucci – ma solo arrivando in Italia e dopo un problema di salute gli è stata diagnosticata la patologia, lo scorso febbraio. Se quanto accaduto possa essere collegato alla sua patologia lo potrà dire solo l’autopsia. Capisco che in un momento di choc un genitore non riesca a capire bene quello che sta succedendo. Siamo tutti molto colpiti da questa morte». Sul caso per ora non è stata aperta nessuna indagine. L’autopsia è stata disposta dall’ospedale. Il bambino, che tutti in famiglia chiamavano Domi, è morto durante il trasporto al pronto soccorso. L’esame autoptico è stata fissato per domani mattina alle 8,30. Se non ci saranno ulteriori sviluppi la salma verrà restituita ai genitori che in queste ore stanno valutando se fare il funerale in Italia o in Nigeria, nel loro paese di origine. Il bambino era il nipote di Daniel Amanze, presidente dell’Acsim. «Siamo distrutti – riesce a dire lo zio, conosciuto a Macerata per il suo impegno nel mondo degli immigrati – per tutti noi è un forte dolore». Domenica Dominion è stato male. «Aveva contratto un virus intestinale – continua il pediatra Gentilucci – infatti gli ho prescritto un farmaco per telefono e ha smesso di vomitare. Oggi sarebbe dovuto venire in studio per la terapia prevista per la malattia di cui soffriva». Il papà aveva sentito il medico per telefono dopo che il figlio aveva passato la notte a rimettere. Assunto il medicinale, stando alle dichiarazioni del padre, aveva avuto problemi di dissenteria fino alla crisi respiratoria, nel pomeriggio di domenica e poi la corsa in ospedale dopo aver chiamato il 118. Il bambino frequentava l’asilo della Pace, dell’istituto comprensivo Enrico Fermi, nel suo quartiere. Faceva il secondo anno.

Il cartello messo all'asilo in segno di lutto per annullare la festa di Natale

Il cartello messo all’asilo in segno di lutto per annullare la festa di Natale

La scuola questa mattina, saputa la notizia, ha messo un cartello sulla porta per avvisare i genitori dei bambini che era stata annullata la festa di Natale prevista per questo pomeriggio. Una giornata da passare con canti e recite che avrebbe visto anche la presenza di Dominion. «Con profonda tristezza – hanno scritto le maestre – comunichiamo che la festa di Natale non ci sarà. Purtroppo un bambino della nostra scuola non c’è più». Le insegnanti più vicine al bambino lo hanno ricordato come un alunno dolcissimo. Profondamente colpito dalla morte di Dominion anche il preside dell’istituto comprensivo. «Sono addolorato – dice Ermanno Bracalente – abbiamo cercato insieme con le maestre di contattare la famiglia, andando anche all’obitorio, questa mattina, ma non ci siamo riusciti. Siamo vicini al loro dolore». Dolore anche nel vicinato di casa dove i residenti della palazzina popolare, dove il bambino abitava al piano terra anche con la mamma e un fratellino più piccolo, lo ricordano come un piccolo vivace che cantava le canzoni imparate all’asilo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X