Aggressione ai controllori,
arresto convalidato

CIVITANOVA - Il 18enne ha dato la sua versione: "Sono stato io ad essere aggredito". Il giudice però non gli ha creduto: "La spiegazione non è logica"
- caricamento letture
Il legale Vanni Vecchioli

Il legale Vanni Vecchioli

Arresto convalidato per il 18enne Oualid Soukratte, di Montegranaro, che era finito in manette dopo aver dato in escandescenze su di un autobus della Contram e aveva aggredito tre controllori (Salvatore Zizzi, Gian Enrico Mercorelli e Massimo Diamanti) (leggi l’articolo). Il giovane era appena uscito dal carcere di Camerino, dove si trovava in seguito ad un precedente arresto per una serie di furti che erano avvenuti nella provincia. Il giovane aveva preso il bus per tornare a casa e andare agli arresti domiciliari. Invece, all’altezza di Santa Maria Apparente, a Civitanova, il giovane aveva aggredito i controllori colpendoli con calci e pugni – gli contesta l’accusa, sostenuta dal pm Francesca D’Arienzo –, dopo che gli avevano chiesto il biglietto. Il giovane nel corso dell’udienza di convalida dell’arresto, in cui era assistito dall’avvocato Vanni Vecchioli, ha detto al gip, Danilo Russo, che la vittima dell’aggressione era lui e che i controllori avevano cercato di strozzarlo. Su questa versione dei fatti, il giudice ha detto: “non fornisce una logica spiegazione all’aggressione di cui dice sarebbe stato vittima”. Il gip, convalidato l’arresto, ne ha disposto la liberazione. Soukratte però resterà ai domiciliari, perché già sottoposto a questa misura per i furti.

(Gian. Gin.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X