Sette case visitate dai ladri:
falliscono 5 colpi, 2 a segno

RAID NELLA NOTTE - Prese di mira abitazioni in vari comuni dell'entroterra. I proprietari in diversi casi sono riusciti a metterli in fuga. Ad agire sarebbe una banda di giovanissimi. Bottino di circa mille euro
- caricamento letture

ladri casadi Marco Cencioni

Ladri scatenati, sette case nel mirino: a segno due furti, altri 5 falliti. E’ successo nell’entroterra e sono state diverse le abitazioni visitate dai malviventi. In una sola nottata, la scorsa, cinque i tentativi che sono stati sventati dai proprietari e due i furti andati a segno. Tutti gli episodi, con ogni probabilità, vedono come protagonista la stessa banda composta, stando alle testimonianze raccolte dai carabinieri, da quattro ragazzi molto giovani, e particolarmente agili. Sono partiti dalla zona fra Tolentino ed Urbisaglia, per poi andare a San Ginesio e concludere a Sarnano. Sono entrati in azione poco dopo la mezzanotte. In una casa in contrada Divina Pastora a Tolentino sono riusciti a portare via 500 euro in contanti. Poi hanno provato ad entrare in un’altra abitazione in frazione Paterno ma i proprietari si sono svegliati e sono riusciti a mettere in fuga i malviventi che, non soddisfatti, si sono recati allora a San Ginesio. Tre le case visitate, tutte abbastanza isolate, in zona Santa Maria e in contrada Serrone. Bottino magro quello che la banda è riuscita a portar via: 400 euro al primo tentativo, mentre negli altri due casi i proprietari si sono svegliati mentre il colpo era in atto e sono riusciti a costringere i ladri a fuggire: poche banconote di piccolo taglio e un paio di orecchini è quanto sono riusciti a sottrarre. Non contenti, i malviventi sono allora arrivati, intorno alle 4,30, a Sarnano. Gli abitanti delle due case entrate nel mirino della banda sono, però, riusciti a metterli in fuga. Prima hanno cercato di entrare in un’abitazione in via San Francesco, poi in una in contrada Cardagnano. La prontezza dei proprietari ha impedito che la banda riuscisse a penetrare negli edifici. Anzi, la famiglia che abita in contrada Cardagnano è riuscita ad avvertire quasi in tempo reale i carabinieri e, poi, a mettere in fuga i malviventi che sono scappati in direzione della vicina Amandola: per un nulla i militari non sono arrivati in tempo per cogliere la banda sul fatto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X