Matelica, il sogno Lega Pro
svanisce all’ultimo minuto

PLAY OFF SERIE D - La formazione di Carucci sconfitta 2-1 a Correggio dopo esser passata in vantaggio con D'Addazio. Decisiva la rete di Francesconi al 93'. L'unica speranza di salire tra i professionisti è legata alla mancata iscrizione di qualche società
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
La disperazione dei giocatori del Matelica a fine gara

La disperazione dei giocatori del Matelica, ringraziati ugualmente dai propri sostenitori

Matelica

Una fase di gioco della gara con la Correggese

di Sara Santacchi

Svanisce a Correggio (Reggio Emilia) il sogno del Matelica di approdare tra i professionisti al primo anno di serie D. La formazione di patron Canil è stata infatti battuta per 2-1 dalla Correggese, nella semifinale nazionale dei play off. Dopo aver vinto gli spareggi del girone F, aver superato in casa la Sacilese (leggi l’articolo) e il Borgosesia (leggi l’articolo), arriva l’amaro stop. Il doppio rammarico principale sta nel fatto che D’Addazio aveva regalato il vantaggio ai suoi e che il gol del definitivo 2-1 è stato messo a segno nell’ultimo minuto di recupero, precisamente al 93′. Disperazione e lacrime sul volto di tutti i giocatori e dirigenti del Matelica, protagonisti ugualmente di una stagione da sogno. Per il ripescaggio tra i professionisti l’unico modo è sperare che diverse squadre della Lega Pro non si iscrivano. Difficile dire quante perchè con la riforma della serie C unica, non è stato definito bene il criterio del ripescaggio dalla D alla Lega Pro.

LA CRONACA – Ritmi alti e squadre che si affrontano a viso aperto sin dalle prime battute. Al 7′ ci prova Luppi ma la sfera termina alta sopra la traversa. All’8 è la volta di Cognigni che serve Cacciatore e il suo destro termina di poco sul fondo. Al 10′ sinistro di Berni con palla che termina fuori. Al 14′ arriva il gol del Matelica: cross al centro e colpo vincente di D’Addazio. La risposta degli emiliani non si fa attendere ed al 17′ arriva il pareggio con il diagonale vincente di Luppi. Le due squadre giocano bene e creano tanto, al 46′ pallonetto dalla distanza di Cacciatore e sfera che termina di poco fuori. Nella ripresa calano i ritmi. Tra il 16′ e il 29′ i locali hanno tre chance per portarsi in vantaggio ma Spitoni si oppone alla grande. Quando tutto lasciava presagire che la sfida terminasse ai calci di rigore, arriva l’invenzione di Francesconi: è il 48′ quando il numero 4 locale fa partire un tiro imparabile che gonfia la rete per la gioia dei suoi tifosi (il Matelica ha protestato per un presunto fallo su Ercoli sull’azione precedente). Correggese in finale, Matelica fuori a testa alta.

I tifosi del Matelica giunti a Correggio

I tifosi del Matelica giunti a Correggio

il tabellino:

CORREGGESE: Medioli 6 (92′ Noci sv), Sabotic 6, Bigolin 6, Francesconi 7, Zini 6.5, Bertozzini 6.5, Berni 6.5, Boilini 7, Chiurato 7 (72′ Bucci 6.5), Luppi 7.5, Lari 6.5 (68′ Arrascue 6.5). All: Bagatti.

MATELICA: Spitoni 6.5, Colantoni 6.5, Corazzi 6.5, Scartozzi 6, D’Addazio 7, Ercoli 7, Moretti 6.5 (78′ Staffolani 6), Gadda 6 (92′ Mangiola sv), Cognigni 6.5, Cacciatore 6.5, Scotini 6 (68′ Martini 6). All: Carucci.

ARBITRO: Massimi di Termoli.

RETI: 14′ D’Addazio, 17′ Luppi, 93′ Francesconi.

NOTE: Spettatori 1000 circa (oltre 200 da Matelica). Ammonito Berni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X