Matelica, il sogno continua
Sacilese eliminata ai rigori

SERIE D - Negli ottavi di finale dei play off nazionali i ragazzi di Carucci vincono 2-0: decisivo il portiere Spitoni che ha neutralizzato due penalty. Durante la gara Cognigni aveva sbagliato dal dischetto. Domenica si torna in campo, domani si conoscerà l'avversario
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Scoppia la festa del Matelica

Scoppia la festa del Matelica

Tutta la gioia di patron Mauro Canil

Tutta la gioia di patron Mauro Canil

di Sara Santacchi

Al rigore parato da Spitoni a Grion impazza la gioia a Matelica. E’ tutto vero. Il Matelica trionfa, ancora, questa volta contro la Sacilese nella prima gara dei play off nazionali riuscendo a imporsi per 2-0 (dopo i calci di rigore) e continua a vivere il suo sogno meraviglioso dal quale non vuole più svegliarsi. E’ il degno coronamento di una bella partita giocata tra due squadre che non si sono risparmiate in campo giocando un bel calcio, ma anche di una prestazione che ha visto i biancorossi protagonisti soprattutto nella ripresa (Cognigni sbaglia un rigore al 56’). L’euforia in campo e tra gli spalti è tale che diventa quasi incredulità e quelli in campo sono eletti gli eroi della giornata. Decisivo Spitoni che para due rigori e diventa il re della domenica.

Il Matelica festeggia

Il Matelica approda ai quarti di finale dei play off nazionali

La cronaca: è un primo tempo brillante quello che si vede al Comunale. La Sacilese ha il primo guizzo al 3’, ma a Spagnoli davanti a Spitoni non riesce il tiro. Replica il Matelica col tiro cross di Mangiola che Bazzicchetto trattiene in salto. E’ un continuo botta e risposta tra le due squadre. Al 19’ Gilardi pesca in area la testa di Mangiola che sbaglia di poco. Occasionissima dei padroni di casa al 22’con Cacciatori che fa partire un diagonale che finisce fuori di un soffio. Risponde Grion al 26’ che dalla distanza sbaglia la mira di poco. Pericoloso Tonelli al 29’ quando all’altezza del dischetto spara clamorosamente alto. Un secondo più tardi contropiede insidiosissimo della Sacilese: Spagnoli da sinistra serve Fracaro in area da solo, ma la sua conclusione è neutralizzata da Spitoni che miracoleggia. Quindi Gadda dal limite dell’area accarezza il palo con un bel destro. L’ultima emozione del primo tempo è a marca friulana, ma il tiro di Paladin è spazzato da Colantoni. Nella ripresa cresce il Matelica ed è quasi un monologo biancorosso. Al 49’ Cognigni accarezza la traversa. Si arriva al 56’ con l’episodio che potrebbe cambiare la partita: Cacciatore è atterrato in area da Manucci, l’arbitro indica il dischetto. Dagli undici metri ci prova Cognigni che vede respingersi la sfera dall’estremo difensore ospite. Il Matelica ci crede e Cognigni prova a farsi perdonare al 62’ colpendo, però, clamorosamente la traversa. Strappano applausi i padroni di casa al 77’ con una bella giocata conclusa da Cacciatore che si vede negare ancora una volta il gol da Bazzicchetto. Sul finale sono ancora il 10 di casa e Cognigni a sfiorare la rete, senza però riuscire a sfondare. I tre fischi dell’arbitro significano rigori. Spitoni si veste dunque da “Batman”, riuscendo a neutralizzare quello di Baggio e Grion (Manucci e Beccia tirano alto). Il Matelica dopo quello di Lazzoni (parato) va invece a segno con Cognigni e Mangiola, potendo così gioire per un 2-0 che significa “il sogno continua”. Si torna in campo domenica, ancora al Comunale, per altri 90’ tutti va vivere. Domani (lunedì) si conoscerà l’avversario dei quarti di finale.

La gioia di mister Carucci

La gioia di mister Carucci

MATELICA: Spitoni 8, Colantoni 6.5, Tonelli 6, Scartozzi 6 (81’Lazzoni s.v.), D’Addazio 7, Ercoli 7, Gilardi 8 (81’Staffolani s.v.), Gadda 7 (72’Scotini 6.5), Cognigni 6.5, Cacciatore 7, Mangiola 6.5. All: Carucci.

SACILESE: Bazzicchetto 8, Peressini 6.5, Beccia 6.5, Grion 7, Manucci 6.5, Baggio 6, Craviari 6.5, Boscolo 6.5, Spagnoli 6.5, Fracaro 6.5, Paladin 6.5. All: Furlan

Arbitro: Oggioni di Monza.

Note: spettatori circa 1000. Ammoniti: Baggio, Craviari, Manucci, Fracaro. Angoli: 5-7. Recupero: 0’+3’. La partita è finita dopo i calci di rigore.

 

 

Il rigore sbagliato da Cognigni Il rigore parato da Spitoni Il Matelica festeggia

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



Donazioni
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X