Locali contesi, il Jolly Rogers
“La Curia dialoghi con noi ed il sindaco”

CIVITANOVA - La posizione del collettivo: "Abbiamo trasformato una discarica nel pieno centro in un punto di aggregazione pubblica riqualificato e a costi zero per la collettività"
- caricamento letture

jolly rogers“Invitiamo Don Vinicio Albanesi a non rinnegare il proprio passato che lo vide protagonista di un’occupazione sensazionale e rivoluzionaria, e invitiamo Caritas e diocesi ad uno costruttivo dialogo/confronto insieme al sindaco Tommaso Corvatta”. Il collettivo Jolly Rogers replica così alle polemiche sorte dopo la sentenza che stabilisce che il centro sociale di proprietà della Curia dovrà essere sgomberato (leggi l’articolo). I ragazzi del centro sociale puntualizzano quanto emerso in questo periodo e il loro ruolo di recupero dello stabile di via Parini: “Come assemblea ci assumiamo la responsabilità della legittima occupazione degli stabili di  via Parini invitando tutte e tutti ad esprimere solidarietà all’assemblea e unirsi alla lotta. La diocesi fa sapereche con le buone o con le cattive pretende di tornare in possesso di quello che le è stato sottratto, rispondiamo che la richiesta è semplicemente folle.  Perché crediamo che dieci anni di totale abbandono dello stabile e della terra, non restituisca lo stato di discarica, parco delle tossicodipendenze e potenziale cantiere edilizio della zona rivendicata. Possiamo ripeterlo all’infinito: il CSOA Jolly Roger ha trasformato una discarica nel pieno centro della città in un riqualificato punto di riferimento di aggregazione pubblica a costi zero per la collettività”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X