Totò De Introna festeggiato
per i suoi 50 anni al Cus Macerata

Festa a sorpresa negli impianti di Via Valerio per il presidente dell'Ente
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Cus Macerata (1)Non è stata la festa del presidente, ma per il presidente. I suoi “scugnizzi” come si sono definiti collaboratori e tecnici, hanno celebrato domenica pomeriggio Antonio de Introna, la guida del Cus Macerata e per tutti i presenti unicamente Totò. Non avrebbe dovuto essere un’assemblea festosa per il primato nazionale dei 50 anni di ininterrotta presidenza e lo stesso De Introna ha subito aperto i lavori con il suo dolore per la scomparsa di due personaggi che hanno segnato la vita sua e dell’Ente negli ultimi mesi, prima Carlo Alberto Nittoli e più recentemente l’amico di tante Universiadi nonché presidente del Cusi Leonardo Coiana. Due “amici insostituibili e maestri di vita, figure di consiglio e aiuto nei momenti di dubbi e incertezze”. Già colpito dalla presenza speciale del segretario generale del Cusi Antonio Dima, De Introna ha avuto a fine assemblea la piacevolissima sorpresa di regali da parte di dirigenti, collaboratori, istruttori e atleti Cus: una pergamena, un album fotografico, la torta con il logo dell’Ente e il numero 50, in più l’omaggio di un altro amico di vecchia data come Nazzareno Rocchetti che gli ha donato una sua opera. Raramente la palestra del Cus era stata così gremita e non sono mancati vecchi collaboratori tornati per la ricorrenza.

Cus Macerata (2)

Emozioni forti per De Introna e grande commozione quando il segretario Dima gli ha consegnato la spilla Cusi del compianto Coiana. Il presidente ha confessato durante la relazione di aver avuto la tentazione di mollare tutto dopo i due lutti ma a Nittoli e Coiana in extremis aveva promesso di proseguire almeno fino alla scadenza del mandato il prossimo anno e lasciare un Cus finanziariamente ok. Un Cus che, ha detto, si è aperto molto bene anche ai più piccoli con i campus estivi venendo a sostituire in forma moderna quello che una volta era l’oratorio. Ha elogiato la sempre migliore collaborazione con i vertici di Ateneo ed Ersu ed ha punzecchiato l’Amministrazione comunale augurandosi si “svegli dal torpore mostrando più attenzione verso lo sport dilettantistico.” Con la sua proverbiale ironia De Introna ha infine fatto un’altra promessa, quella di organizzare una bella festa se il calcio a 5 saprà regalare le grandi gioie della promozione in B nazionale (la squadra è ai playoff) o centrare le finali di Milano nei Campionati Nazionali Universitari.

Cus Macerata (5)

Antonio De Introna

  Cus Macerata (3) Cus Macerata (4)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X