“Piccole” rarità di Wladimiro Tulli

Opere quasi mai viste del grande artista maceratese
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Wladimiro Tulli, artista maceratese indimenticabile e indimenticato, è al centro della nostra sezione d’arte di questa settimana. Ma di Tulli non è facile offrire una piccola personale, tale e tanto ricca ne è l’opera. Così abbiamo preferito offrire ai nostri lettori alcuni suoi quadri e disegni che difficilmente si sono visti in giro o online, provenendo da collezioni private; dall’omaggio ad Emanuela, moglie dello scrittore italo-francese Daniel Bellucci, fino al ricordo di un altro maceratese doc, Pietro Baldoni, più noto col nome di Briscoletta. Spesso, imbattersi in queste opere ha costituito un tuffo al cuore: non solo per la loro bellezza, quanto per il riaprirsi di una bella ferita; che è lontananza e nostalgia di un caro amico, sì; ma anche rilancio, sguardo all’azzurro e alla vita. Che è poi il suo più alto testamento ideale.

 

Rosso e luna nera (collezione privata)

 

senza titolo, ’65 (collezione privata)

 

Emanuela (collezione privata)

 

senza titolo, ’96 (collezione privata)

 

Qui è Filippo (collezione privata)

 

senza titolo (collezione privata)

 

Filippo, china su carta (collezione privata)

 

Pietro, Piazza Libertà (in ricordo di Pietro “Briscoletta” Baldoni, china su carta, collezione privata)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X