Tragedia mentre torna dal lavoro
Muore ragioniere di 51 anni

MONTEFANO - Franco Pigliapoco si è schiantato con la sua auto contro un albero, ad Appignano. La causa dell'incidente è stato l'asfalto bagnato dalla pioggia. Vedovo, lascia una bambina di 11 anni. Il sindaco Carnevali: "Una tragedia per tutta la nostra cittadina"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Franco Pigliapoco

Franco Pigliapoco

di Gianluca Ginella

Muore schiantandosi con l’auto contro una pianta, tragedia a Montefano per un papà che, rimasto vedevo, accudiva da solo la figlioletta di 11 anni. La vita di Franco Pigliapoco, 51 anni, è finita alle 12,30 di oggi, quando mentre tornava dal lavoro per la pausa pranzo, la sua auto è slittata sull’asfalto bagnato, per poi finire fuori strada e schiantarsi contro un albero. Inutili i soccorsi.

La pioggia bagna Appignano mentre un’utilitaria, guidata da Franco Pigliapoco, di Montefano, che lavora come ragioniere al retificio Orioli, fa ritorno verso casa. L’asfalto è bagnato, viscido per via della pioggia. Sono le 12,30 e Pigliapoco sta rientrando a Montefano per la pausa pranzo. Viaggia lungo la provinciale Jesina, è ancora nel comune di Appignano ma per Montefano mancano pochi chilometri, circa cinque. E’ allora che l’uomo perde il controllo dell’auto. Cosa che accade, secondo gli accertamenti dei carabinieri di Appignano, a causa proprio dell’asfalto bagnato. Senza controllo, l’auto esce dalla carreggiata per poi impattare violentemente contro un grosso albero. Un urto tremendo che è fatale per Pigliapoco, che muore a 51 anni. Un uomo che nella sua vita ha dovuto affrontare il dramma della morte di sua moglie, Adalgisa Ceciliani, che si è spenta solo due anni fa, a 49 anni. La morte della donna, originaria di Staffolo, ha fatto sì che l’intera comunità di Montefano si stringesse a Pigliapoco e alla figlia della coppia, oggi undicenne. “Dopo la morte della giovane mamma la piccola è stata adottata dai montefanesi – dice il sindaco Carlo Cingolani –. La madre era una donna piena di fede, che non l’ha persa fino all’ultimo. Il destino si abbatte sempre sulle persone più miti. Quella di Pigliapoco è una tragedia per tutta Montefano, staremo vicini in tutti i modi possibili e immaginabili alla bambina”. Anche Pigliapoco era un uomo che aveva una grande fede e che partecipava sempre alle attività della parrocchia. Il funerale del 51enne non è ancora stato fissato, in attesa dell’ispezione cadaverica disposta dal magistrato di turno, Claudio Rastrelli.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X