Via Pavese, Erap: “Abbiamo avuto una condotta lineare e corretta”

MACERATA - L'ente risponde alla proteste del comitato Collevario Sicuro

- caricamento letture
Via Pavese

Via Pavese

Dopo l’intervento del comitato Collevario Sicuro che, ancora una volta, ha manifestato i suoi dubbi sulle lottizzazioni  di via Pavese e via Verga (leggi l’articolo), l’Erap Marche, responsabile della realizzazione, respinge ogni responsabilità con un comunicato: 

“L’Erap Marche, presidio di Macerata – si legge nella nota –  nel corso del 2011 ha affidato i lavori di costruzione di 32 alloggi di edilizia agevolata in via Verga e in via Pavese del quartiere Collevario di Macerata alla ditta Meridiana Sri con sede a Venafro di Isernia (per la cronaca nulla a che vedere con la locale Meridiana Cooperativa Sociale di Macerata). La selezione della ditta esecutrice è avvenuta mediante regolare gara di appalto, cui hanno partecipato 27 ditte provenienti da tutta Italia e quindi sulla base di criteri oggettivi e prestabiliti dalla normativa in materia, che nulla lasciano alla discrezionalità dell’Ente appaltante. La ditta aggiudicataria ha offerto, in questo caso, un ribasso d’asta del 46,75% su un importo complessivo di  2.930.047,13 euro, determinato in maniera univoca mediante applicazione del Preziario Regionale per le Opere Pubbliche delle Marche. Gli aspetti puramente tecnici sono stati definiti dall’architetto Lucia Taffetani e dall’ingegnere Marco Rughini, rispettivamente responsabile del Settore Tecnico dell’ente e direttore dei lavori, i quali rilevano che è stata accertata, mediante tutte le dovute indagini geognostiche iniziali avvalorate da ulteriori e successivi approfondimenti di studio, l’idoneità delle aree interessate dall’intervento, peraltro poste all’interno di un quartiere normalmente edificato.

Il cartello dei lavori

Il cartello dei lavori

In occasione dell’assemblea pubblica tenutasi a Collevario lo scorso 14 dicembre 2011, cui parteciparono rappresentanti del Comune e dell’Erap, fu assicurato da parte di questo ente un approfondimento della perizia geologica a seguito delle preoccupazioni espresse in merito dai residenti.
Tale approfondimento è stato eseguito con un supplemento di perizia a cura del geologo Fabrizio Urbani di Macerata in data 30 novembre 2011, che ha confermato l’inesistenza da fenomeni di dissesto.
L’ente, comunque, a tutela propria e dei residenti degli stabili limitrofi, ha fatto precedere l’inizio dei lavori da una ricognizione fotografica dei luoghi, regolarmente verbalizzata in contraddittorio con gli interessati.
A tutt’oggi non sono pervenute all’ente segnalazioni di danni causati dai lavori della Meridiana Sri, che sono stati regolarmente portati avanti dalla ditta sino alla fine del 2012, quando hanno iniziato a palesarsi le prime difficoltà; la situazione è stata quindi attentamente monitorata dai tecnici dell’ente, che hanno convocato più volte presso  i rappresentanti della ditta nel corso di quest’ anno; non essendo ancora avvenuta la ripresa dei lavori, nonostante le assicurazioni da questi fornite, l’Erap ha avviato la procedura di rescissione in danno della ditta, ovviamente con le dovute garanzie del contraddittorio.
All’esito della procedura verranno adottati gli opportuni provvedimenti in ordine alle modalità di completamento dei lavori, compreso l’eventuale incameramento della fidejussione prestata dalla ditta a garanzia della corretta esecuzione dei lavori stessi, tenendo presente chel’Erap si adopererà affinché l’opera, di notevole valenza pubblica data la particolare destinazione degli alloggi, venga portata a termine nel migliore dei modi e senza aggravio di costi.
Purtroppo l’attuale e ben nota crisi economica, maggiormente stringente nel settore edile, sembra non aver risparmiato il cantiere in oggetto. L’Ente appaltante in alcun modo ha avuto possibilità di prevenire o intervenire nelle problematiche gestionali dell’impresa esecutrice.
Appare pertanto assolutamente lineare e corretta la condotta dell’Erap  per quanto riguarda  gli aspetti di propria competenza».

Intanto ieri la commissione Urbanistica del Comune di Macerata ha bocciato la nuova richiesta dell’Erap per la realizzazione, sempre a Collevario, di alloggi in edilizia sovvenzionata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X