Antonio Le Donne torna a Messina
“Orgogliosi di aver avuto un fuoriclasse”

MACERATA - Il segretario comunale è stato contattato dal sindaco della sua città natale. Carancini saluta e chiarisce: "Nessuna volontà di allontanamento"
- caricamento letture
antonio-le-donne-con-il-sindaco-carancini_2gen12-1-1024x768

Antonio Le Donne con il sindaco Carancini

di Alessandra Pierini

Valigie pronte per il segretario comunale di Macerata Antonio Le Donne che si riavvicinerà alla sua Sicilia e tornerà a Messina.  Il sindaco messinese Renato Accorinti, infatti, ha espresso la forte volontà di riportarlo nella sua città. Le Donne, che a Macerata è arrivato il 2 gennaio 2012 da Lucca, sostituirà Santi Alligo, recentemente licenziato. Nel Comune siciliano, probabilmente, ricoprirà il doppio ruolo di segretario e city manager. E’ quanto oggi viene dato per certo dalla stampa siciliana.
Nel suo campo Le Donne è considerato un fuoriclasse sia per il suo ricco curriculum che per le competenze acquisite, basti pensare che la sottocommissione che ha effettuato l’esame, per rappresentare il proprio apprezzamento di fronte alla Commissione centrale, ha voluto porre a verbale la seguente nota, suggerendo l’attribuzione, in via eccezionale, della lode: “La commissione sente il dovere di segnalare l’eccellente preparazione del candidato, la sua ottima capacità di comunicazione e di sintesi e la forte attitudine a governare i processi di innovazione radicati su una solida base culturale-istituzionale”.
«Non c’è ancora niente di concreto – spiega il sindaco Romano Carancini – ma è molto probabile che Le Donne, molto apprezzato, torni dopo tanti anni nella sua città natale. Ora ha l’opportunità di essere segretario in una delle 7 città metropolitane. Per noi è un orgoglio aver avuto per due anni un ottimo segretario. Per noi  sta svolgendo un lavoro straordinario. Deve essere chiaro, comunque che non c’è nessuna volontà di trasferimento o allontanamento da Macerata per ragioni particolari».
A Macerata Le Donne si è fatto valere, entrando spesso in conflitto con i consiglieri maceratesi. L’ultima volta è accaduto martedì pomeriggio, durante una riunione delle Commissioni Affari Istituzionali e Cultura per discutere delle competenze di Giunta e Consiglio sulla scelta di accettare o meno il monumento massonico che il comitato Stringiamoci a coorte vorrebbe donare alla città. E’ stato lo stesso Le Donne a farsi sentire: «Mi usate per pararvi le vostre questioni. Non mi chiedete pareri tecnici su questioni palesemente di altra natura» (leggi l’articolo).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X