Lube-Civitanova: nuovi contatti
Ma il Palas è ancora un’utopia

L'assessore Balboni ha proposto ai dirigenti della Lube l'idea di realizzare un palazzetto dello sport negli spazi della nuova Fiera. Patron Giulianelli: "Ci sarebbe un progetto interessante, noi siamo pronti a valutare ogni soluzione dopo decenni di promesse non mantenute a Macerata". Ma il sindaco Corvatta è cauto: "Per ora sono fantasie"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Il patron della Lube, Fabio Giulianelli

Il patron della Lube, Fabio Giulianelli

di Andrea Busiello

e Laura Boccanera

Lube-Palas, una vicenda infinita. Il palazzetto di Fontescodella da troppo tempo va stretto ai biancorossi già due volte campioni d’Italia. Si cercano soluzioni anche fuori Macerata per avere a disposizione una struttura più adeguata. E sulla questione ha nuovamente bussato alle porte della Lube, il Comune di Civitanova, come ammette il patron Fabio Giulianelli: “L’amministrazione comunale ci ha chiesto se eravamo disponibili a trasferirci a Civitanova per giocare le nostre gare interne – dice  Giulianelli – Ci sarebbe un progetto interessante per la costruzione di un nuovo Palasport e il sindaco in persona ci ha chiesto se eravamo intenzionati ad incontrarlo”. Il numero uno della Lube non chiude le porte a Civitanova, anzi: “Dopo 20 anni di promesse non mantenute a Macerata, adesso siamo attenti a qualsiasi possibile soluzione. La Lube ha bisogno di un palazzetto e se Civitanova ha buone possibilità di costruirlo noi siamo interessati ad andarci a giocare. Nei prossimi giorni ci vedremo con il Sindaco Corvatta e valuteremo le varie soluzioni che ci verranno prospettate”.

Una litania quella del palasport e della Lube che potrebbe venire a giocare a Civitanova che affonda le radici nel tempo: nel 2006 Sileoni già parlava di rapporti con Civitanova e, allora, anche Recanati per la realizzazione del palasport. Palasport: una parola che risuona come una beffa alle orecchie dei Civitanovesi quando nel 2003 l’allora sindaco Marinelli disse “faremo il palasport” in tre anni. A quel tempo si parlava di un impianto da 4000 posti da realizzarsi nella zona tecnica distributiva del centro commerciale Aurora, proprio dove ora è prevista la nuova fiera. E non era che l’ultima puntata di un palas vagheggiato da tutte le amministrazioni. Su quell’area però resta ancora da sciogliere il nodo delle fidejussioni per la fiera e per le opere di urbanizzazione. E se Giulianelli si dice possibilista Corvatta smentisce al momento su tutta la linea “fantasie – dice liquidando la faccenda – abbiamo avuto contatti con la Lube, ma per altri motivi. Saranno infatti sponsor di King of the beach e inoltre abbiamo un progetto da sviluppare con l’azienda Lube e non con la squadra. Al momento però non c’è nient’altro”. Parla invece di un’idea di cui si è parlato ma in maniera vaga l’assessore allo sport Piergiorgio Balboni: “è un’idea generica che stiamo coltivando – dice Balboni – in quell’area di 11 mila metri quadrati divisa in due blocchi uno potrebbe essere destinato a palas, ma è tutto molto vago e in fieri, abbiamo contattato società primarie di sport come la Lube per discuterne, sarebbe una buona cosa, ma ancora tutto è generico ed è controproducente parlarne ora”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X