Edoardo Boncinelli parla di vita
e ricorda Margherita Hack

CIVITANOVA - Al Futura Festival domani è di scena la letteratura. Tra i grandi ospiti della domenica Achille Varzi, Roberto Ippolito, Paolo di Paolo, Stefano Gallerani, Filippo La Porta
- caricamento letture
Rossella Milone e Gino Troli

Rossella Milone e Gino Troli

Margherita? Una maledetta fiorentina come me, un cervello fino con uno spirito esilarante capace di battute al fulmicotone”. Edoardo Boncinelli, dal palco del Futura Festival venerdì sera a Civitanova Alta ha salutato con ironia e senza piaggeria buonista la collega di scienza Margherita Hack, recentemente scomparsa. Un pubblico attento e partecipe ha sottoposto al biologo numerose domande sul tema della lectio magistralis “Vita” e poi in chiusura un ricordo della concittadina e amica Hack: “Era una donna rivoluzionaria, e per questo molte altre donne la presero da esempio, un’esplosione di ironia e di mancanza di rispetto per tutto e per tutti che solo lei poteva permettersi, le sue risposte erano sempre una sorta di sberleffo”.

Domani è di scena la letteratura e la parola a Futura. Alle ore 17 si inaugura la seconda delle mostre, dopo quella di Crali: “Vita da Strega” con introduzione di Roberto Ippolito. Un’esposizione che raccoglie gli scatti in bianco e nero dell’archivio Riccardi dal 1947: la storia per immagine degli scrittori che hanno partecipato al Premio Strega. Alle 17.30 al Cortile ex Liceo, laboratorio di lettura per bambini dai 3 ai 12 anni e al Chiostro di Sant’Agostino i maggiori esperti di letteratura contemporanea Giulio Ferroni, Stefano Gallerani e Christian Raimo si interrogano sul futuro della letteratura per la rassegna curata da Filippo La Porta.

Gino Troli ed Edoardo Boncinelli

Gino Troli ed Edoardo Boncinelli

Incontro alle 19.30 con il finalista del Premio Strega, il giovane scrittore Paolo di Paolo, che presenta il libro “Mandami tanta vita”, su introduzione di Valeria Paniccia. Per i più piccoli alle 21.15 torna il Giardino della scienza. Prima serata in piazza con Achille Varzi, autorevole docente del Dipartimento di Filosofia della Columbia University (New York). Dalla metafisica alla comicità con Giorgio Montanini, Francesco Capodaglio e Pietro Sparacino che alle 22.30 aprono la rassegna “Comic soon” con la loro irriverente stand up comedy. Parola ancora protagonista negli appuntamenti da seconda serata: alle 23 in piazza della Libertà Giuseppe Patota, linguista e autore del libro “Piuttosto che – le cose da non dire, gli errori da non fare” che con tanto di matita rossa e blu ci racconta la lingua che parleremo. Alle 23 la parola si fa teatro all’Annibal Caro, con la lettura scenica de “Il Rinoceronte” di Eugène Ionesco a cura del Laboratorio Teatrale Re Nudo con Piergiorgio Cinì.

(Foto Gasparroni)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =