Pistacoppi vs Pesciaroli
Il derby più atteso

SERIE D - Al Polisportivo scenderanno in campo Civitanovese e Maceratese nel match valido per la terza giornata di ritorno. Padroni di casa privi di Tubaro e Mallus, biancorossi senza Benfatto e Donzelli. Cornacchini: "Loro sono i favoriti". Di Fabio: "Agli avversari toglierei La Vista". Zona rossa intorno allo stadio
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Gli allenatori di Maceratese e Civitanovese: Guido Di Fabio e Giovanni Cornacchini

Gli allenatori di Maceratese e Civitanovese: Guido Di Fabio e Giovanni Cornacchini

 

cornacchini

Giovanni Cornacchini, allenatore della Civitanovese

di Laura Barbato e Filippo Ciccarelli 

Non è stato un inizio d’anno entusiasmante per Civitanovese e Maceratese, con un solo punto raccolto (dai biancorossi) nel 2013. Eppure le due rivali storiche sono chiamata a dare il meglio domenica prossima, perché vincere il derby può dare la spinta decisiva al morale che serve a entrambe le formazioni. I rossoblù sarebbero galvanizzati dai tre punti, specialmente perché attualmente occupano i bassifondi della classifica, che poco si addice ad un collettivo composto da giocatori di categoria e ad una piazza tradizionalmente esigente: anche perché hanno rimediato zero punti, zero gol fatti e sei reti al passivo nelle ultime due partite. La Maceratese, che è reduce dal 4-1 rimediato in trasferta ad Ancona e dal pareggio casalingo a reti bianche con la Vis Pesaro, vuole vincere per tornare a sperare di riagganciare le fuggitive Sambenedettese e San Cesareo. I biglietti per la partita di domenica (calcio d’inizio alle ore 14.30, diretta live su CM) saranno acquistabili solo in prevendita, sia a Civitanova (nella sede sociale) che a Macerata (Bar Campo Sportivo, Profumeria Piangiarelli, Negozio Il Telefono, La Porchetteria) entro e non oltre le ore 19 di sabato. 

Uno degli striscioni affissi dai supporter biancorossi in città in vista del derby

Uno degli striscioni affissi dai supporter biancorossi in città in vista del derby

APPELLO AI TIFOSI – La Maceratese invita i propri supporter a partire tutti insieme, con la carovana di pullman ed auto, dallo stadio Helvia Recina: “In occasione dell’incontro con la Civitanovese di domenica prossima, tutti i tifosi della S.S. Maceratese sono chiamati a formare un unico grande gruppo di auto e di bus per partire insieme alla volta dello Stadio di Civitanova Marche. Si tratta di un’opportunità importante per dimostrare, anche nei numeri, la solidità e l’attaccamento della città alla Squadra biancorossa ma è anche il modo corretto e indicato dalle Forze dell’Ordine al fine di evitare problemi all’arrivo nei pressi dello Stadio. E’ stato anche comunicato che saranno apposti filtri all’arrivo dei mezzi da Macerata (soprattutto quelli fuori dal gruppo) con relativo blocco per tutti quelli che saranno sprovvisti di biglietto. Per domenica, il ritrovo per tutte le auto e i bus con destinazione Civitanova è fissato al piazzale del Campo Sportivo “Helvia Recina” di Macerata. L’orario preciso sarà comunicato a breve ma presumibilmente sarà tra le 13 e le 13.30 di Domenica 20″.

Uno degli striscioni apparsi a Civitanova

Uno degli striscioni apparsi a Civitanova

MODIFICHE ALLA VIABILITA’ – In vista del derby anche la circolazione sarà modificata: i civitanovesi non potranno raggiungere in auto lo stadio con le auto. La zona rossa sarà compresa fra via Garibaldi all’altezza del distributore benzina (incrocio via Zavatti) mentre da via Aldo Moro fino alla caserma dei vigili del fuoco. Il transito sul lungomare sarà libero ad eccezione del tratto che va dallo stabilimento Raphael Beach fino alla fine del lungomare. L’invito è a lasciare a casa le auto o parcheggiare al di fuori zona rossa.

LA PAROLA AI TECNICI – Abbiamo chiesto ai due allenatori di fare il punto della situazione in vista della gara di domenica: di certo entrambi avranno problemi in difesa, visto che la Civitanovese dovrà fare a meno degli squalificati Tubaro (portiere) e Mallus (difensore), mentre i biancorossi saranno privi del terzino Donzelli, fermato dal giudice sportivo e del centrale di difesa Benfatto, che oggi si è operato ad Ancona dopo la microfrattura dello zigomo con interessamento di un nervo ottico rimediata nella partita contro la Vis Pesaro.

Guido Di Fabio, allenatore della Maceratese

Guido Di Fabio, allenatore della Maceratese

Come arriva la squadra al derby?
Cornacchini: “ Dopo le ultime uscite, di certo non bene, ma in partite come quella di domenica non contano i risultati fatti in precedenza. Ho spiegato ai miei giocatori che questa partita va giocata come una finale”.
Di Fabio: “La Maceratese arriva bene, nonostante abbiamo raccolto un punto nelle ultime due partite. Sono cose che possono succedere, viste le vicissitudini che abbiamo avuto in formazione, tra squalifiche e infortuni. Ma quando si dà tutto, questo lo dico sempre ai miei ragazzi, alla fine il risultato non conta. La cosa importante è metterci sempre l’impegno massimo”.

Mister Cornacchini, vede la sua squadra sfavorita vista la situazione di classifica?
“Se c’è una favorita alla luce dei risultati e della classifica, è la Maceratese”.

Allora siete voi i favoriti, Di Fabio?
“Assolutamente no, la Civitanovese è una buonissima squadra che può sempre metterti in difficoltà. Hanno raccolto meno di quello che valgono, ma vorranno sicuramente fare bene domenica; forse è la loro ultima occasione per ricompattarsi anche di fronte al proprio pubblico”.

Il risultato dell’andata influenzerà i giocatori in campo?
Di Fabio: “Non credo, il derby è una partita a sé. All’andata noi giocammo meglio il primo tempo, nella ripresa la partita fu più equilibrata, parliamo comunque di un incontro che è stato deciso da un episodio. Questa è tutta un’altra partita”.
Cornacchini: “Così come non contano i risultati precedenti, non conta neanche la gara di andata. E’ una partita talmente sentita che fa storia a sé”.

Il pubblico non ha seguito in gran numero la Civitanovese questa stagione; pensa che il derby sia l’occasione giusta per rivedere il Polisportivo pieno e riconquistare la tifoseria?
“E’ sempre stimolante quando c’è molto pubblico. Non so quante persone arriveranno da Macerata ma ben vengano gli spettatori, purché si viva la gara in modo tranquillo evitando gli scontri dell’andata”.

Da Macerata dovrebbero arrivare molti tifosi biancorosi: sarà un vantaggio per la vostra squadra?
“Sappiamo che il pubblico tiene al derby e cercheremo di fare del nostro meglio… d’altra parte i nostri tifosi ci hanno sempre dato una mano, in questa stagione come in quella passata, ed è giusto cercare di dare il massimo per ricompensarli”.

Se potesse scegliere, quale giocatore dell’altra squadra vorrebbe non giocasse?
Cornacchini: “ Nessuno, devono giocare tutti. Io penso solo alla mia squadra”.
Di Fabio: “Loro hanno tanti giocatori forti: penso a Covelli, a Galli, a Biso. Ma tra tutti, preferirei che non giocasse La Vista”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X