Spese legali, il centrodestra replica a Silenzi
“Più bravo come mago che con i numeri!”

CIVITANOVA - "Chi di parcella ferisce di parcella perisce". L'opposizione controbatte sui debiti nei confronti degli avvocati. "Le spese legali cui si riferisce sono note e relative a cause molto vecchie che partono dal 1992 arrivate a sentenza solo di recente; alcune delle quali addirittura, contro la Provincia presieduta allora proprio da Silenzi"
- caricamento letture

di Laura Boccanera

Se Silenzi tira fuori i debiti nei confronti degli avvocati (leggi l’articolo), l’opposizione di centrodestra riunita in federazione va a rivedere i debiti della Provincia nei confronti dei legali ai tempi della presidenza Silenzi: “Chi di parcella ferisce di parcella perisce” – ironizza la minoranza. “Ci domandiamo perché a rispondere non sia l’assessore alle finanze che in qualità di ex funzionario al bilancio avrebbe potuto confermare che le spese in questione sono note e relative a cause molto vecchie che partono dal 1992 arrivate a sentenza solo di recente – spiegano  in una nota Mobili, Carassai, Marzetti, Marinelli, Morresi, Corallini e Ciarapica –  alcune delle quali addirittura, contro la Provincia presieduta allora da Silenzi, che da buon trasformista oggi si spaccia per paladino della città, mentre prima non perdeva occasione per osteggiarla”. La minoranza risponde in merito alle accuse: “E’ falso dire che la precedente amministrazione non ha fatto fronte al pagamento delle spese legali: nel 2011 la giunta Mobili ne liquidò oltre 200.000, di cui € 159.839.61 in una sola volta con delibera consiliare n 86 del 06/12/2012. Adesso vediamo Silenzi cosa  sarà in grado di fare col bilancio di previsione 2012, che ancora non è stato approvato”. E la federazione del centrodestra tira fuori anche una delibera provinciale fatta da Commissario prefettizio Calvosa,  la  n.23 del 30/11/2010: “il commissario ha dovuto riconoscere debiti fuori bilancio per € 363.205,31, di cui € 20.704,97 per l’avvocato Acquaroli, € 296.541,46 per l’avvocato Perticarari e € 45.958,88 per l’avvocato Mandrelli relative  a parcelle legali già note e conosciute a Silenzi, all’epoca della sua presidenza ma per le quali non ha previsto nemmeno un euro in bilancio, scaricandole interamente su chi e’ arrivato dopo di lui. Come è avvenuto a Civitanova nel ‘95, quando si insediò la giunta Marinelli che dovette riconoscere oltre 500 milioni di lire, di debiti fuori bilancio, di cui metà per spese legali, lasciateci in eredità dalla sinistra. Caro vice sindaco, predichi bene ma razzoli mali, smettila di fare lo Sherlock Holmes che non c’e’ nulla da scoprire, ma comincia a fare il tuo dovere e convoca subito gli avvocati come ha fatto la Provincia, chiedendo loro uno sconto sulle parcelle, così farai risparmiare dei soldi importanti ai cittadini, anziché aumentargli le tasse come vuoi fare”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X