Cinque Stelle Tolentino denuncia: “L’opuscolo del Comune è solo propaganda fatta coi soldi dei cittadini”

Sotto accusa una pubblicazione che i tolentinati stanno ricevendo nelle case a due settimane dal voto
- caricamento letture

opuscolo-comuneUna nota del Comune di Tolentino lo aveva preannunciato già da ieri e oggi è iniziata la distribuzione nelle case dei cittadini. “E’ stata realizzata una pubblicazione, che sarà distribuita gratuitamente in questi giorni, che presenta, in maniera impersonale, elencando le realizzazioni correlate da fotografie, dall’Amministrazione comunale nei diversi settori di intervento quali: urbanistica orientata ai servizi ed al sociale per una crescita possibile ed armoniosa superando le penalizzazioni legate alla frammentazione del territorio; lavori pubblici e valorizzazione del patrimonio comunale; servizi accessibili e di qualità; ottimizzazione della macchina amministrativa;  maggiore efficienza dei servizi pubblici locali e delle gestioni Assm; formazione professionale, incentivi alla nuova imprenditoria, osservatorio sullo sviluppo; politiche di tutela ambientale e gestione dei rifiuti; cultura sport e turismo; politiche giovanili; sociale e sanitario”: così recitava la nota. Ma, in contemporanea con la distribuzione è uscito fuori anche un “casus” sulla legittimità di questa pubblicazione. Poteva, infatti, il Comune stampare l’opuscolo in diffusione in questi giorni nelle case dei tolentinati? A porsi la domanda è il Movimento Cinque Stelle che riprendendo la legge 22 febbraio 2000 n.28 (Disposizioni per la parità di accesso ai mezzi di informazione durante le campagne elettorali e referendarie e per la comunicazione politica) dove si legge “Dalla data di convocazione dei comizi elettorali e fino alla chiusura delle operazioni di voto è fatto divieto a tutte le amministrazioni pubbliche di svolgere attività di comunicazione ad eccezione di quelle effettuate in forma impersonale ed indispensabili per l’efficace assolvimento delle proprie funzioni” si chiede “come possa essere “indispensabile” per l’assolvimento delle funzioni il libretto che i cittadini hanno trovato nella cassetta della posta in cui l’amministrazione comunale si autocelebra per quanto fatto durante il mandato. Ormai si è preparati ad aspettarsi ogni genere di infrazione alle leggi che regolano lo svolgimento della campagna elettorale, ma nell’occasione si sta esagerando. Gli amministratori di Tolentino stanno forse violando la legge utilizzando soldi pubblici? Il tutto quando si piange miseria per i pochi fondi a disposizione”. E sembra che la polemica sia appena iniziata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X