La mamma di Federico
“Non è una disgrazia! E’ la Verità della fede”

Si sono svolti oggi a Tolentino i funerali del 14enne rimasto vittima martedì pomeriggio di un tragico gioco
- caricamento letture

 funerale-tolentino

federico_bordi1-95x71

 

di Filippo Ciccarelli

Uno strano cielo plumbeo accompagna l’ultimo saluto a Federico Bordi, il 14enne di Tolentino rimasto vittima martedì pomeriggio di un tragico gioco che gli ha spezzato la vita. Piove a dirotto fin dall’arrivo del feretro nella concattedrale di San Catervo, dove si sono ritrovati in tanti, già due ore prima dell’inizio della cerimonia funebre (leggi l’articolo). La pur grande chiesa è riuscita a stento a contenere quanti si sono voluti stringere intorno alla famiglia di Federico. La messa è stata presieduta dal vescovo di Macerata, mons. Claudio Giuliodori, insieme a tutti gli altri parroci di Tolentino e al priore della Basilica di San Nicola. “Non è usuale che una cerimonia funebre sia così solenne e, paradossalmente, così festosa” ha detto il vescovo nella sua omelia, nel corso della quale ha usato parole di conforto e speranza per spiegare una tragedia così assurda.

funerale-tolentino1-300x289Nel corso della preghiera dei fedeli hanno preso la parola alcuni amici e compagni di scuola di Federico, ricordandone la bontà e la grande fede, ma il momento più commovente è stato quando la mamma Marina ha trovato la forza di lanciare a tutti un messaggio di straordinaria fede: “Mi rivolgo a tutti, anche ai miei figli: questa non è una disgrazia! Questa è la Verità! Il Signore è risorto e Federico lo ha raggiunto. per ognuno di noi Dio ha un posto: Federico ci ha solo preceduti”. Parole che sono state salutate da un lungo e sincero applauso”. Poi a prendere la parola è stato don Andrea Leonesi che è riuscito nell’impresa di strappare anche un sorriso in un momento tanto difficile quando ha detto che “ogni prete ha un pallino. Ogni tanto, guardando i ragazzi che frequentano la parrocchia mi viene da pensare ‘ma chi verrà dopo di me? Chi fra loro si farà prete?’. E la risposta me la davo guardando Federico e il cammino di fede che aveva intrapreso pur nella sua giovane età. Il demonio ha provato anche stavolta a insinuare la menzogna fra noi, ma la verità ha vinto. Ringrazio anche la stampa che si è comportata in maniera correttissima, anche se qualcuno ha scritto di me che non trovavo le parole… Beh, se non trovassi le parole io…!”. All’uscita della bara dalla chiesa, i compagni di Federico sotto la pioggia battente hanno liberato dei palloncini bianchi per salutare il loro compagno, prima dell’ultimo viaggio verso il cimitero comunale.

funerale-federico-bordi-tolentino-5-300x211   funerale-federico-bordi-tolentino-6-300x256   funerale-federico-bordi-tolentino-7-300x237   funerale-federico-bordi-tolentino-8-300x199

funerale-federico-bordi-tolentino-1-300x210   funerale-federico-bordi-tolentino-2-300x218   funerale-federico-bordi-tolentino-3-300x255   funerale-federico-bordi-tolentino-4-300x280




© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X