Patron Longhi elogia il Tolentino:
“Ci giocheremo il campionato
fino alla fine”

ECCELLENZA - Nemmeno il tempo di godere del successo sulla Fermana che i cremisi ritornano subito in campo, in casa del Real Metauro
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Longhi_Giorgio

Il presidente del Tolentino Giorgio Longhi

di Paolo Del Bello

Al termine della vittoriosa partita contro la Fermana, che ha portato il Tolentino in vetta alla classifica in coabitazione con la stessa Fermana e con l’Ancona, c’era grossa soddisfazione nel clan cremisi. Il presidente Giorgio Longhi, dopo essere sceso negli spogliatoi a salutare tecnico e giocatori si è soffermato su questa vittoria. “La squadra mi ha dato una bella soddisfazione e di questo li ho voluti ringraziare – afferma il numero 1 cremisi – Abbiamo vinto la partita con pieno merito, nonostante un arbitraggio a dir poco deficitario che ci ha molto penalizzato, sia sotto il profilo disciplinare sia nelle decisioni, il gol annullato a Iacoponi su tutte. Nonostante questo però la squadra ha dimostrato tutto il suo valore”.

Ed adesso arriva il bello, giusto presidente?

“Adesso siamo tre squadre a pari punti che ci giocheremo la vittoria del campionato fino all’ultima giornata. Io della mia squadra sono molto fiducioso perché in queste due partite contro l’Ancona e la Fermana ha dimostrato di che pasta è fatta. Tornando alla partita, questa non è stata sicuramente spettacolare, ma quando la posta in palio è così alta, difficilmente si vede il bel gioco. Sia Tolentino, reduce dai centoventi minuti giocati in Coppa Italia che soprattutto la Fermana, che aveva a disposizione due risultati su tre, hanno fatto una partita speculare e le occasioni da rete sono state pochissime e quasi tutte arrivate per errori, o per invenzioni personali. E’ naturale che arrivati al 92’ del secondo tempo il risultato sembrava non potersi schiodare dallo zero a zero iniziale, la zampata vincente di Melchiorri ha premiato la squadra che nell’arco della partita ha cercato di più la vittoria e costruito più occasioni da rete. Melchiorri e Marcoaldi nel primo tempo, ancora Melchiorri e Iacoponi nella ripresa per il Tolentino, contro l’unica creata dalla Fermana da Paris. Un grosso e doveroso plauso va alle due tifoserie che hanno incitato le rispettive
squadre dal primo all’ultimo minuto. In particolare la tifoseria cremisi che da qualche settimana a questa parte ha capito l’importanza della sua presenza allo stadio e non fa mancare il proprio incitamento alla squadra. Una presenza divenuta costante e massiccia nelle ultime partite che anche mister Mobili a nome di tutta la squadra ha voluto ringraziare. Una riflessione merita anche  l’arbitraggio e soprattutto la prova del suo collaboratore schierato sotto la tribuna, il signor Malatesta di San Benedetto del Tronto. Lo scontro tra la prima e la seconda in classifica meritava sicuramente una terna migliore e soprattutto all’altezza della situazione. Il gol annullato al Tolentino  ha dell’incredibile, tantè che al termine della partita abbiamo visto il commissario addetto all’arbitro molto contrariato per quanto è successo e sicuramente non avrà avuto parole tenere verso la terna”. Nemmeno il tempo di rifiatare e domani si torna di nuovo in campo. Il Tolentino è atteso dalla delicata trasferta in casa del Real Metauro. Una partita molto delicata ma sicuramente da vincere che la squadra allenata da mister Mobili dovrà affrontare senza lo squalificato Salvatelli.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X