A Civitanova arriva
un Fabrizio Corona
versione Al Pacino

Ospite di Donato Giannini di ritorno da New York, dove sta girando il remake di Scarface
- caricamento letture
V4D9484-300x199

Donato Giannini e Fabrizio Corona

di Alessandra Pierini

Fabrizio Corona, di ritorno da New York, fa direttamente tappa nelle Marche e in particolare a Civitanova dove arriva con 15 ore di ritardo. Era atteso infatti ieri sera da Donato Giannini, titolare di “Studio Model” il quale ha dato una festa per inaugurare la nuova casa che porta il nome di sua moglie. A Villa Victoria si arriva dopo essere passati davanti ad una riproduzione in scala della Statua della Libertà e dopo aver attraversato un anonimo cancello, si ha la sensazione di aver compiuto un rapidissimo viaggio nello spazio e di essere arrivati in un batter d’occhio in America. La facciata della casa, progettata dall’architetto Felicetti di Tolentino, è in stile palladiano, di un colore bianco lucente e con tre colonne con tanto di capitello. Al primo piano un irriverente lampadario rosso rompe gli schemi classici: “A me e mia moglie – ci dice Donato Giannini – piace molto lo stile americano di Beverly Hills, abbiamo visto molte case palladiane nel Veneto e abbiamo deciso che ne volevamo una così anche a Civitanova.” Adiacente alla villa, ci sono piscina e giardino nel quale un impianto audio diffonde senza sosta musica di ogni genere. In fondo appaiono delle statue classiche, che anch’esse bianche, spuntano dalla vegetazione come eteree apparizioni. Alcuni dei 100 ospiti presenti ieri sera per l’ufficiale inaugurazione di Villa Victoria hanno portato una composizione con rose bianche e peperoncini rossi e i fiori compongono le lettere D e G, iniziali del nome del padrone di casa.

V4D9494-244x300

Fabrizio Corona e Victoria, la moglie di Giannini

Finalmente alle 15 Fabrizio Corona arriva a bordo di una Bentley e saluta con un abbraccio Giannini, per poi salutare anche il resto della famiglia, un rapido giro nella nuova casa e poi subito in strada per raggiungere lo Chalet “Re Sole” dove sono attesi dai titolari per un pranzo a base di pesce. Corona non passa inosservato e fuori dalle vetrate dello chalet è un continuo andirivieni di bambini che cercano di immortalare il noto personaggio con i loro telefonini e chiedono un autografo, anche se la sensazione è che siano stati mandati da adulti e genitori che preferiscono non esporsi. Maria, la cuoca dello chalet, finito di preparare, si avvicina e si fa autografare il grembiule da cucina “Ne ho una collezione, li metto tutti da parte” esclama contenta. Fabrizio Corona non si scompone per tanto interesse e continua ad intrattenersi a tavola, si vanta con i suoi ospiti dell’orologio che indossa e racconta di sé e della vita a New York.
Prima di andarsene si ferma per una breve intervista.

Corona di nuovo nelle Marche. Le piace molto la nostra regione…
“Sì, nelle Marche e in particolare da queste parti mi trovo davvero molto bene.”

E questa volta come mai è a Civitanova?
“Sono venuto a trovare Donato, un mio caro amico. Ci siamo rimessi in contatto e abbiamo dei progetti per il futuro e sono venuto a discuterne direttamente con lui.”

V4D9496-279x300

Donato Giannini, sua moglie e Fabrizio Corona

Sa che anche il principe Emanuele Filiberto ha acquistato un appartamento proprio qui davanti? Magari anche a lei piacerebbe avere una casa qui.
“Davvero il principe ha comprato una casa qui? (E’ incredulo e chiede conferma agli altri ospiti) a me non serve, qui è come se avessi già una casa. Ho anche un outlet multimarca a Porto San Giorgio.”
Arriva direttamente da New York dove sta girando il remake di “Scarface”.

Lei interpreta il ruolo che fu di Al Pacino. Come vive il confronto con un colosso del mondo del cinema?
“Senza problemi, io interpreterò Tony Montana a modo mio.”

E’ d’obbligo una domanda sulla sua vita sentimentale. Al momento è impegnato?
“No, sono single e sto benissimo così.”

Il gruppo riparte e i clienti del balneare si accalcano per seguire Fabrizio Corona che sale in macchina. Poca strada e subito viene fermato dai Carabinieri di Civitanova che controllano i documenti del conducente della sua auto e poi li lasciano proseguire.

(Foto di Guido Picchio)

V4D9499-200x300

Donato Giannini, sua moglie e Fabrizio Corona davanti a Villa Victoria

V4D9505-300x200

Fabrizio Corona e la facciata palladiana di Villa Victoria

V4D9514-300x200

Fabrizio Corona saluta la mamma di Donato Giannini

V4D9519-300x200

V4D9537-300x198

Fabrizio Corona a pranzo nello chalet Re Sole

V4D9528-300x232

La cuoca Maria si fa autografare il grembiule

V4D9546-300x188

V4D9547-300x226

V4D9560-198x300

IMG_55322-300x200

Fabrizio Corona nella sua Bentley

IMG_55352-300x190

La macchina di Fabrizio Corona fermata dai Carabinieri

IMG_5537-300x201

V4D9484-300x199

Donato Giannini e Fabrizio Corona



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X