Pistarelli presenta la sua coalizione:
“Più forte di quella delle Provinciali”

Continua la campagna elettorale ad effetti speciali con un video alla Hoffman
- caricamento letture

Pistarelli-coalizione

di Alessandra Pierini

Dopo Dustin Hoffman, anche Fabio Pistarelli diventa protagonista di un video volto a sottolineare le ricchezze della sua “Macerata  nel cuore” nel quale interrompe le immagini della città, il mezzo busto del candidato Sindaco che propone le sue soluzioni per la valorizzazione e lo sviluppo. Il video è l’ultimo elemento di una campagna elettorale e di immagine ben curata che si avvale di tutti gli strumenti a disposizione, tra i quali la multimedialità, è stato mostrato in anteprima  questa mattina al termine della conferenza stampa di presentazione della coalizione di centro destra.
Tutti presenti, non è voluto mancare neanche La Destra, nonostante l’esclusione per un problema formale. “E’ una coalizione forte, ampia  e coesa – ha detto Pistarelli, visibilmente soddisfatto – anche più forte di quella che si è presentata alle provinciali, la città si è stretta in  un abbraccio mirato al risveglio e al rilancio del capoluogo. Qualcuno dalla sinistra ha tentato poco elegantemente, non di aggregare a sè alcune forze più di centro ma solo di sganciarli dalla nostra coalizione, senza riuscire”. Pistarelli passa poi in rassegna i motivi per cui, secondo lui, l’amministrazione degli ultimi 15 anni può essere considerata fallimentare: centro storico blindato, città inaccessibile, mancanza di attracchi e collegamenti e così via. “Il centro sinistra – ha aggiunto – non solo ripresenta gli stessi uomini che hanno amministrato in questi anni, ma presenta una coalizione in cui 4 delle 7 liste sono addirittura più a sinistra del Pd.”

Mostra poi l’opuscolo che riassume i 10 anni del mandato Meschini e che è stato distribuito nelle case dei maceratesi: “Sono stati spesi 36.000 euro per la tiratura di 20.000 copie, sono soldi pubblici sprecati visto che molti dei dati presentati sono falsi” e promette che presto illustrerà le inesattezze. Il clima di unità e condivisione di idee in nome del bene di Macerata è stato ribadito da Gianni Menghi, coordinatorec omunale del Pdl.

Pistarelli-coalizione2-300x200

Paolo Cotognini, capolista dell’ Udc, ha invece spiegato le motivazioni che hanno spinto il suo partito a decidere all’ultimo l’adesione alla coalizione di centro destra: “Innanzitutto volevamo una forte discontinuità con l’amministrazione di centro sinistra, abbiamo poi voluto dimostrare coerenza con il nostro elettorato che ci ha chiesto continuità con l’operazione fatta in Provincia.”

Giulio Conti ha in volto il sorriso enigmatico della Gioconda e come è nel suo stile passa all’azione. Dopo un’analisi sociologica e morale della città, ispirata all’intervento del Vescovo che l’ha definita apatica, dà i suggerimenti della sua lista: “Il problema dell’Università non si risolve con l’accordo che è stato fatto con l’Ateneo di Camerino, secondo noi è necessario riattivare la facoltà di Agraria a Macerata. Altro problema rilevante è legato alla droga: crediamo sia necessario un intervento attivo che si concretizza in un osservatorio che non si limiti a diffondere dati ma che si occupi della prevenzione.

” Anche Enzo Marangoni (Lega Nord) è molto critico verso il centro sinistra e  l’amministrazione Meschini: “Nel 2008 l’intero popolo italiano ha bocciato le liste a sinistra del Pd, mi auguro che i maceratesi facciano lo stesso. Macerata è addormentata e autoreferenziale, basta vedere il cartello tautologico che la indica come città della pace. Ci batteremo per la trasparenza nella gestione di denaro pubblico e per servizi sociali di qualità ma erogati in primis ai maceratesi e non a chi è appena arrivato.” Pierpaolo Simonelli Paccacerqua continua a rammmaricarsi per la banalità che ha escluso la Destra dall elezioni e promette il ricorso al Tar e la vicinanza, non fisica, ma sicuramente di appoggio alla coalizione. Critiche e denunci nei confronti della sinistra continuano anche per bocca di Fabrizio Nascimbeni, capogruppo della lista civica “Macerata  nel Cuore” e di Mauro Giustozzi, candidato del Pdl in Regione: “Il Pdl ha il dovere di presentare un progetto per la città che si opponga  ad anni di amministrazione veterocomunista e dirigentista.”
Al momento non ci sono sondaggi sulle preferenze dell’elettorato ma Giulio Conti ha tastato il polso della gente e il suo verdetto è  “Vinceremo al primo turno” e nel dirlo il sorriso della Gioconda scompare.

Pistarelli-Arianna-Ciucci

Nelle foto di Guido Picchio: in alto la coalizione al completo (da sinistra Giulio Conti promotore della lista “Macerata Vince”, Gianni Menghi coordinatore comunale del Pdl, Paolo Cotognini segretario comunale dell’Udc, il candidato sindaco Fabio Pistarelli, Enzo Marangoni della Lega Nord, Pierpaolo Simonelli de La Destra e Fabirzio Nascimbeni della lista civica “Macerata nel cuore”; in basso Arianna Ciucci, la campionessa di aerobica candidata nella lista del Pdl.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X