Maceratese, la rabbia di Pica:
“Sono stato preso in giro”

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

alessandro_pica-300x261

di Andrea Busiello

Direttore Pica com’è la situazione al momento nella Maceratese?

“La situazione è drammatica. Io mi sto facendo prendere in giro e sto screditando il mio nome nell’ambito sportivo per cause altrui. La Maceratese sta fallendo e chi di dovere sta facendo di tutto per cercare di salvare il salvabile. Per non ricevere un rimborso che non va oltre le 2.000 euro l’avvocato Sabalich mi ha detto che io non ho mai ricoperto nessuna carica all’interno della società perché non c’è nessun documento scritto che testimonia ciò e solo ora vengo a sapere che non è vero che in questi mesi di lavoro sono stato direttore generale”.

Pica è un fiume in piena…

“Di quello che mi sta succedendo sono sconcertato perché ho sempre cercato di dare una mano alla squadra ma vedere queste cose mi fanno capire che non tutti remano allo stesso modo ed è per questo che il fallimento della società è dietro l’angolo…”

Dunque l’avvocato Sabalich ha affermato che non ci sono documenti ufficiali che testimoniano che Pica sia effettivamente il direttore generale della Maceratese…

“Questa è una cosa assurda. E’ un modo come un altro per non farmi ricevere un rimborso. Quando mi sono state dette queste parole mi sono sentito come un delinquente qualsiasi che abbia agito in città senza alcun mandato”.

Invece il mandato lei l’aveva instaurato con il presidente Umberto Ulissi che però è sparito dalla circolazione senza lasciare traccia di sé, una situazione paradossale anche in riferimento al comunicato della società dello scorso 19 novembre col quale “si delega il direttore generale Alessandro Pica (che, così come ieri ed oggi, seguiterà a svolgere la gestione quotidiana della società) ed allacciare rapporti e/o interfacciarsi con quanti dovessero manifestare interesse, a vario titolo concreto e responsabile, per la società e successivamente relazionarne, per le decisioni del caso, all’avvocato Sabalich”. ..

“E’ una situazione grottesca, avevo intrapreso questo percorso comune ma poi Ulissi è sparito ed anche io non so che fine abbia fatto. Mi dispiace che la vicelnda tra me e la Maceratese si chiuda in questo modo ma credetemi dopo tutto quello che ho fatto per cercare di salvare la squadra sentirsi dire determinate cose fa male e mi lascia sconcertato. La situazione della Maceratese è drammatica e mi spiace che io me ne debba uscire in questo modo perché ho sempre cercato il bene della Maceratese. Evidentemente non è bastato”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X