Maceratese vicina al fallimento,
la delusione di Maurizio Mosca

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

mosca_m_18

di Matteo Zallocco

Il fallimento della Maceratese sembra ormai inevitabile. La cordata guidata da Maurizio Mosca (nella foto) oggi si è ufficialmente fatta da parte non riuscendo più a far fronte alle richieste dei creditori. Con ogni probabilità i libri contabili finiranno a palazzo di giustizia e si nominerà un curatore contabile. La decisione è stata presa dopo che l’avvocato Alessio Sabalich, procuratore generale del presidente Umberto Ulissi, ha quantificato il bilancio (non ancora reso pubblico) della Maceratese.
“La situazione è troppo difficile – ci spiega Maurizio Mosca. – Non ci sono speranze, almeno per quanto ci riguarda. Spero vivamente che ci sia qualcun altro più bravo di me. Grazie all’ottimo lavoro dell’avvocato Sabalich abbiamo potuto analizzare il bilancio e abbiamo visto che non si poteva far niente. Ho provato a fare qualcosa per la Maceratese ma nonostante tutta la passione che ci ho messo non ci sono riuscito. Per me questa è una sconfitta”.
Parole cariche di delusione quelle di Maurizio Mosca, che aggiunge: “Ora la palla passa alla proprietà che dovrà assolutamente prendere delle decisioni. Spero anche in un riavvicinamento di Andrea Barcaglioni che ha venduto la società a Ulissi. Ora spetterà al proprietario portare i bilanci in tribunale”.

Cosa pensano i tifosi a riguardo? Abbiamo sentito l’opinione di Alessandro Savi, consigliere comunale e assessore provinciale, che parla da grande tifoso della Maceratese, anche in rappresentanza del gruppo di sostenitori che negli ultimi tempi si sono riconosciuti nel forum www.maceratese.it.

“Un fatto così grave e difficile da digerire come il fallimento potrebbe anche avere dei risvolti positivi – commenta Savi – . Se i libri contabili finiranno in tribunale e il curatore fallimentare creerà le condizioni per l’acquisto del titolo sportivo per alcuni imprenditori ci saranno le condizioni ideali per acquisire la Maceratese”. Alessandro Savi spera in particolare in un avvicinamento della Lube: “Fabio Giulianelli qualche tempo fa ha dichiarato a Cronache Maceratesi che non vi erano le condizioni ideali per l’ingresso della sua azienda in società, ora invece la situazione sembra più chiara e ci sarebbe la massima trasparenza. Da assessore provinciale rivolgo un appello a questa azienda che ha ottenuto tanti successi anche nello sport, questa potrebbe essere l’occasione giusta per il rilancio della Maceratese. Estendo poi l’appello a tutto il mondo imprenditoriale locale, la Maceratese ha bisogno di aiuto”. Da Savi arriva un ringraziamento anche a Maurizio Mosca: “Lui ha fatto il possibile, erano solo in tre (assieme a Massimo Paci e Ivano Rustichelli) in questa famosa cordata che sarebbe dovuta essere più numerosa. La situazione era troppo critica, la proprietà assente ed evidentemente il bilancio quantificato dall’avvocato Sabalich ha tolto ogni speranza”. A proposito di bilancio… “Ripeto, ora perlomeno è tutto chiaro e trasparente. Fino a qualche mese fa si potevano capire perfettamente le perplessità di imprenditori come Fabio Giulianelli, ma ora se c’è un interesse di fondo si potrà trovare una soluzione”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X