Sferisterio, Parcaroli in Regione:
sul piatto un nuovo progetto

MACERATA - Il sindaco ha incontrato l'assessore Giorgia Latini e altri esponenti della maggioranza. Mozione del Pd dopo le dimissioni di Barbara Minghetti: «Stallo preoccupante, necessario rivedere lo statuto»
- caricamento letture

 

sandro-parcaroli-barbara-minghetti

Il sindaco Sandro Parcaroli la scorsa estate allo Sferisterio con Barbara Minghetti

 

di Luca Patrassi

La maggioranza sceglie, per ora, la strada del silenzio. Nessun commento ufficiale sulla riunione che ha visto protagonisti stasera il primo cittadino Sandro Parcaroli e i partiti del centrodestra, certo la giornata non è stata delle migliori sul fronte elettorale nazionale e la poca voglia di parlare deve essersi dissolta. Però, qualche voce in circolazione ancora la si sente. Il sindaco è arrivato tardi, sul finire, effetto del prolungamento di un’altra riunione istituzionale e così l’incontro è stato utile ai soli partiti per discutere l’ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale. Bocche cucite sul fronte dello Sferisterio ma la giornata è stata campale. Stamattina il primo cittadino è stato in Regione dove tra l’altro ha incontrato anche l’assessore regionale alla cultura Giorgia Latini ed anche da altri esponenti politici della maggioranza di governo regionale sono arrivati consigli per lo Sferisterio. Nomi sarebbero stati messi sul tappeto, non al tappeto, dalla Lega e da Fratelli d’Italia mentre il primo cittadino ha detto di essere disponibile a un confronto sui progetti e sulle candidature più idonee per realizzarli.

Se ne deduce che anche il primo cittadino ha un suo nome per lo Sferisterio, anzi due ed uno è l’attuale sovrintendente Luciano Messi. Vero è anche che Sandro Parcaroli non fa mistero della volontà di ristrutturare le attività culturali del Comune, togliendo di mezzo l’associazione Sferisterio e sostituendola con una fondazione. Possibile che il sindaco voglia posizionare Messi, che gli garantirebbe continuità, in uno dei due ruoli apicali, alla Fondazione o allo Sferisterio: il dubbio è legato all’identità del candidato di fiducia del primo cittadino, un nome che Parcaroli tiene assolutamente riservato, e che riguarderebbe la sostituzione di Barbara Minghetti – che ha già salutato con una mail – alla direzione artistica.

Festa_PD_FF-10-325x217

Maurizio Del Gobbo, consigliere del Pd

Intanto il gruppo consiliare del Pd, primo firmatario Maurizio Del Gobbo, tocca l’argomento Sferisterio con una mozione presentata oggi all’attenzione del presidente del Consiglio comunale: vi si legge: «premesso che la stagione lirica è di vitale importanza per la nostra città sia dal punto di vista culturale che economico, si sta riscontrando un evidente stallo sul rinnovo della direzione artistica, direzione musicale e sovrintendenza culminato purtroppo con le dimissioni del direttore artistico, si stanno riscontrando, a differenza degli anni passati, difficoltà relative alla programmazione della stagione lirica successiva, sarebbe necessario rivedere il funzionamento della Associazione Arena Sferisterio al fine di snellirne il funzionamento e permettere una gestione al passo con i tempi, il doppio ruolo del sindaco come presidente sia dell’associazione che del Consiglio di amministrazione potrebbe rendere farraginoso il funzionamento dell’Associazione Arena Sferisterio», fatta la premessa, il gruppo dem conclude con «si impegna pertanto codesta Amministrazione a farsi parte attiva concretamente e con sollecitudine – anche presso la Provincia e gli altri organi assembleari – per riprendere il percorso sulla revisione dello statuto dell’associazione Arena Sferisterio, peraltro già iniziato nella precedente consiliatura nell’ambito delle commissioni consiliari prima e quarta».

***

Il Consiglio comunale tornerà a riunirsi lunedì 25 e martedì 26 ottobre, alle 16,30. I lavori prenderanno il via con la discussione delle tre interrogazioni iscritte all’ordine del giorno e che riguardano l’assegnazione degli alloggi di edilizia sperimentale (Alberto Cicarè Strada comune – Potere al popolo), il contratto di sviluppo e il rilascio dell’immobile di proprietà comunale che si trova in via Gramsci n. 2,4, 6 (Narciso Ricotta del Partito democratico). Il Consiglio comunale è chiamato poi ad approvare il regolamento di disciplina della tassa sui rifiuti (Tari).
Due invece gli ordini del giorno che verranno affrontati dall’assise cittadina in merito all’inizio dell’anno scolastico (Ninfa Contigiani del Partito democratico e altri consiglieri di minoranza) e alla gratuità dei musei per le scuole cittadine (Stefania Monteverde di Macerata bene comune e altri consiglieri di minoranza). Infine il Consiglio comunale si occuperà delle mozioni presentate relative al contrasto all’emergenza climatica (Alberto Cicarè di strada comune – Potere al popolo), al museo Dante Ferretti e alla scuola di alta formazione (David Miliozzi di Macerata insieme e altri consiglieri di minoranza), all’organizzazione del Festival del cinema all’arena Sferisterio (Andrea Perticarari del Partito democratico e altri consiglieri di minoranza) a fascismo, antifascismo ed emergenze democratiche (Pierfrancesco Castiglioni di Fratelli d’Italia e altri consiglieri di maggioranza) e infine alla determina dell’Asur Marche – Area vasta n. 3 – n. 1370/av3 del 22 settembre scorso (Narciso Ricotta del Partito democratico e altri consiglieri di minoranza).

Sferisterio, domani riunione di maggioranza Barbara Minghetti conferma le dimissioni

Sferisterio, acque agitate sui rinnovi Provincia e Comune distanti: Minghetti e Lanzillotta a rischio

«Sullo Sferisterio ritardi pericolosi» Ricotta e Miliozzi dopo la riunione del Cda

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X