Addio all’imam di Macerata
«Aveva creato un ponte fra le religioni»

LUTTO - Mohamed Tarakji si è spento questa mattina. Siriano, aveva esercitato la professione di medico sia nel capoluogo che a Civitanova. Per oltre 20 anni è stato la guida spirituale della comunità islamica. Il ricordo di Aoufi Abderrahmane: «Era riconosciuto da tutti il suo assoluto valore». L'omaggio del rettore di Unimc Francesco Adornato
- caricamento letture

 

DOTTOR-MOHAMED-e1624267660968-325x232

Mohamed Tarakji

 

E’ morto a 74 anni Mohamed Tarakji, imam di Macerata. Da circa otto mesi combatteva contro una malattia e anche dall’ospedale di Macerata, dove era stato ricoverato in seguito al peggioramento delle sue condizioni di salute e dove si è spento questa mattina a causa di un infarto, non mancava di far sentire la sua presenza alla comunità islamica di cui era un assoluto punto di riferimento da oltre 20 anni. Il medico siriano, stimato sia nel capoluogo che a Civitanova dove aveva esercitato la sua professione, era arrivato circa 50 anni fa in Italia. Guida spirituale, era sempre in prima linea e mai nelle retrovie, anche quando si è trattato di far sentire la sua voce e intervenire su temi scottanti come la strage di Parigi e il burkini.

«Era un uomo appassionato, sia alla sua professione che ai fedeli che seguiva costantemente – lo ricorda Aoufi Abderrahmane – La cosa che lo rendeva unico era il modo con cui affrontava i problemi. Faceva da tramite per calmare le situazioni più accese, era sempre pronto ad intervenire in ogni questione e non si tirava mai indietro. Era rispettato e benvoluto da tutti, anche all’esterno della comunità islamica, proprio perché era riconosciuto il suo assoluto valore, il suo impegno e la sua presenza ad ogni manifestazione non mancavano mai. Uno dei temi che più aveva a cuore era l’eguaglianza fra uomo e donna – conclude – . Sempre disponibile ad andare nelle scuole, era una persona aperta e giusta: aveva creato un ponte fra due religioni e due mentalità». Domani alle 12,30 ci sarà un incontro alla moschea di Piediripa dove tutti i fedeli si riuniranno per una preghiera, in seguito il funerale al cimitero di Macerata.

Mohamed-Tarakji-al-seminario-UniMc-Una-sola-terra

Mohamed Tarakji al seminario UniMc “Una sola terra”

Il rettore dell’Università di Macerata Francesco Adornato ricorda Mohamed Tarakji. «L’Università di Macerata vuole rendere omaggio a Mohamed Tarakji, un uomo di pace che ha rivestito con autorevolezza e saggezza un ruolo tanto importante per il nostro territorio, creando occasioni di dialogo tra culture, popoli e religioni. Tarakji ha sempre dimostrato una grande sensibilità nei riguardi dell’istituzione universitaria, cogliendo e valorizzando la nostra volontà di costruire ponti tra le persone, di realizzare una vera e inclusiva comunità accademica senza muri e divisioni. Rispondeva ogni volta con grande disponibilità ai nostri inviti. Ricordiamo la sua partecipazione all’ultima inaugurazione dell’anno accademico lo scorso ottobre e ad altri eventi come, nel 2018, la serie di seminari “Una sola terra”. Di quel giorno, ci piace ricordare il suo insegnamento: “L’intolleranza è il primo nemico del pluralismo, la miccia dell’inimicizia che porta alla guerra tra persone e nazioni. Noi religioni monoteiste abbiamo valori umani identici, siamo nella stessa linea per fare giustizia e difendere i deboli di qualsiasi nazione e religione siano. La religione è pace, tolleranza e perdono agli altri».

Le condoglianze della Diocesi. “Il vescovo di Macerata Nazzareno Marconi, a nome di tutta la diocesi, esprime le più sentite condoglianze alla famiglia e alla comunità islamica di Macerata per la morte dell’imam Mohamed Tarakji, amico fortemente impegnato nel dialogo tra tutti i credenti”.

(redazione CM)

 

Strage di Parigi, l’imam di Macerata “La religione non c’entra, sono criminali”

Burkini, l’imam di Macerata: “Libera scelta, da noi non si usa”

L’imam: “Condanno il terrorismo, la religione islamica è un’altra cosa”

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X