Vigili contro lo spaccio,
controlli al terminal bus
e ai Giardini Diaz

MACERATA - La polizia locale con il cane dell'unità cinofila dei colleghi di Ascoli questa mattina ha dato il via alla fase due del progetto "Scuole sicure". L'assessore Paolo Renna: «Tuteliamo le giovani generazioni». Il comandante Danilo Doria: «Questa attività è per noi un grande balzo in avanti per rispondere alle esigenze dei cittadini»
- caricamento letture
scuole-sicure

Gli agenti della polizia locale, con l’assessore Paolo Renna (terzo da sinistra) e il pastore tedesco Ida

 

Controlli questa mattina nelle scuole e nelle aree verdi di Macerata contro lo spaccio di droga. È la fase due del progetto Scuole sicure. Gli agenti della polizia locale di Macerata, diretti dal comandante Danilo Doria, con il supporto del pastore tedesco Ila dell’unità cinofila della Municipale di Ascoli hanno passato al setaccio alcune aree di Macerata come i Giardini Diaz e il terminal degli autobus in piazza Pizzarello. Presente anche l’assessore alla Sicurezza, Paolo Renna.

scuole-sicure3-650x488«Oggi abbiamo compiuto un primo passo nel perseguimento di un obiettivo importante per l’amministrazione: la tutela delle giovani generazioni e la lotta allo spaccio di stupefacenti – ha detto Renna -. Si tratta di un lavoro che sarà costante e continuo nel tempo. Parallelamente è partita un’attività di informazione con la distribuzione di un opuscolo negli istituti scolastici mirato a sensibilizzare i giovani sul progetto “Scuole sicure”». «Oggi la Polizia locale fa un grande balzo in avanti rendendosi sempre più pronta alle esigenze della comunità maceratese – ha aggiunto Doria -. La formazione, la professionalità e la disponibilità degli agenti stanno facendo la differenza in ogni attività di lavoro e in special modo in una attività così particolare e delicata come la lotta allo spaccio di droga. Indice di uno speciale legame con il territorio e con le persone. Ringrazio, oltre al sindaco Sandro Parcaroli e l’assessore Paolo Renna, tutta l’amministrazione comunale, il prefetto Flavio Ferdani, il questore Vincenzo Trombadore, il colonnello Nicola Candido, comandante provinciale dei carabinieri, e il colonnello della Guardia di finanza Ferdinando Falco. Abbiamo collaborato costantemente e fattivamente con tutte le forze dell’ordine impegnate ogni giorno in prima linea per contrastare lo spaccio di stupefacenti. Quello di oggi è un grandissimo risultato che proietta il nostro ufficio in un futuro sempre più all’avanguardia».

Il progetto “Scuole Sicure” nasce con la collaborazione della Prefettura, ed è finanziato dal ministero dell’Interno. Nella prima fase sono state installate quattro telecamere al terminal bus e in via Cioci. Si continua ora con i controlli presso gli istituti scolastici, i parchi e le aree verdi della città per contrastare il fenomeno dello spaccio di stupefacenti. “Scuole Sicure” infatti prevede sia la tutela dell’ambiente scolastico sia delle aree limitrofe agli istituti che possono essere identificate come luoghi a rischio di spaccio o di consumo di stupefacenti.

 

scuole-sicure4-650x488

scuole-sicure5-e1621438014959-499x650

Il comandante Danilo Doria con il cane pastore tedesco Ida

scuole-sicure2-650x488



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X